110 anni di vita e attività della Banda Sociale di Molina di Fiemme

Da il 15 marzo 2010

Foto%2520con%2520waldberg%25202008 110 anni di vita e attività della Banda Sociale di Molina di Fiemme MOLINA DI FIEMME – Appena dieci anni fa (ma sono passati in un lampo) veniva celebrato il centenario. Sabato sera, nella chiesa parrocchiale gremitissima di S. Antonio, la Banda Sociale di Molina di Fiemme ha tenuto uno splendido concerto per i 110 anni di vita e di attività. La storia di questo gruppo musicale inizia ancora nel 1898, anche se la costituzione ufficiale porta la data del 26 dicembre 1900, quando venne sottoscritto l’atto costitutivo in un’osteria di Cristoforo Zorzi ed Ester Tomasi . Trentatre i soci fondatori, che erano riusciti a racimolare 330 fiorini (dieci a testa) per l’acquisto dei primi strumenti. La prima uscita ufficiale venne fatta in occasione della sagra dei Santi Pietro e Paolo, il 29 giugno 1901, a Varena. È stato un crescendo continuo, come documenta il libro del centenario, con qualche momento anche di difficoltà comunque brillantemente superato. Oggi la banda (35 elementi, con un’età media molto bassa) rappresenta una delle più felici realtà musicali della valle di Fiemme, è presieduta da David Demarchi , subentrato a Nicola Zancanella , e diretta da Nicola Bighetti , il quale, dal settembre del 2008, ha preso il posto del mitico Valerio Dondio , che l’ha guidata ininterrottamente per quasi trent’anni, fin dal 1979. Ed è stato proprio Dondio ad essere particolarmente applaudito, asieme a tutto il complesso musicale, nel corso della serata di sabato, che ha consentito alla banda di proporre alcuni dei più bei brani del suo repertorio, accompagnata, in quello iniziale, dal coro giovanile parrocchiale, diretto da Patrizia Nones e che le ha fatto da suggestiva corona, interpretando in maniera stupenda «La conquista del Paradiso». Poi, brillantemente presentati dalla vicepresidente Fiorella Mich , sono seguiti altri tre pezzi, accompagnati dalle trombe di Karl Hanspeter e Michael Erschbamer , mentre, per un impegno improvviso ed improrogabile, non ha potuto essere presente Marco Braito, che ha iniziato la propria carriera proprio nella banda di Molina e che ora è prima tromba solista presso l’orchestra nazionale della Rai. In un breve intervallo, è intervenuto il sindaco di Castello/Molina Adriano Bazzanella per complimentarsi con il corpo musicale per la sua costante, impegnata presenza al servizio della comunità, e per augurargli ancora una vita lunga e di successi. È seguita la seconda parte del concerto e quindi il gran finale, tra un mare di applausi e la soddisfazione di tutti i bandisti e del loro maestro. La banda si prepara ora agli appuntamenti di primavera, al Concertone di luglio a Moena ed alle manifestazioni della prossima estate.MARIO FELICETTI

Questo articolo è già stato letto 2326 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi