Ascolta l’Inno dei Mondiali Fiemme 2013 di Bregovic e vota quanto ti piace

Da il 18 gennaio 2013

Riportiamo anche su PredazzoBlog un richiamo di quanto abbiamo pubblicato ieri  sera riguardo all’inno dei Mondiali di Fiemme  sul nostro sito parallelo VallediFiemme.it dove potete leggere il testo, partecipare al sondaggio di gradimento e vedere i risultati dei primi 700 votanti con relativi commenti.   

Ecco a voi l’inno dei Mondiali Fiemme 2013  composto dal musicista bosniaco Goran Bregovic ed eseguito dalla sua band e da alcuni cori di montagna del Trentino.

Potete ascoltarlo cliccando su:

ASCOLTA L’INNO dei MONDIALI FIEMME 2013 

Per leggere  il testo scritto e partecipare al sondaggio CLICCA QUI

 

VEDI ANCHE: Ecco l’autrice del testo dell’inno “Mondiali Fiemme 2013″ di Bregovic

VEDI ANCHE: L’inno dei Mondiali di Fiemme 2013 di Bregovic? Già sentito trent’anni fa

VEDI ANCHE:  WE ARE ALL CHAMPS – SIAMO TUTTI CAMPIONI The song inspired by and dedicated to the FIS Nordic Ski World Championships – Trentino Fiemme 2013

Questo articolo è già stato letto 10462 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

20 Commenti

  1. mariateresa

    19 gennaio 2013 at 10:03

    per niente mi piace , con tanti bei cori che abbiamo in trentino ,devono spendere tanti euro per una canzoncina insignificante mteresa

  2. amneris

    19 gennaio 2013 at 11:59

    L’ho ascoltato oggi per la prima volta, dopo aver sentito alcuni commenti, tutti negativi. Pensavo fossero un’esagerazione….. adesso, francamente, non più. Non esistono, a parer mio, canzoni belle o brutte in assoluto, bisogna sempre contestualizzarle e nel contesto “inno dei mondiali” questo testo e questa musica proprio non ci stanno. Ci vuole un bel coraggio a chiamarlo “inno”! Tutt’al più potrebbe essere utilizzato negli eventi di contorno. Concordo che il jingle ufficiale è migliore: è orecchiabile, rispecchia la nostra realtà e l’evento per cui è stato creato. Penso che saranno in molti (italiani e stranieri) a canticchiarlo, anche dopo i mondiali. Se lo scopo era di avere un “inno di respiro internazionale” si doveva optare per un artista diverso. Speriamo che abbiano almeno il buonsenso di non usarlo. Sarebbe un autogoal pazzesco! Oltre ai danni (i soldi spesi, una “montagna”, tanto per restare in tema!) anche le beffe (la figuraccia che rimediamo)!

  3. Luca

    19 gennaio 2013 at 14:11

    Sinceramente? Sta “canzone” non ha assolutamente niente a che fare con la Val di Fiemme, coi Mondiali di sci nordico e con lo stile musicale e culturale delle nostre valli. Per me é assolutamente bocciata, tanto piú visto i soldi che son stati spesi! A sto punto avrei di certo preferito una canzone fatta da un nostro gruppo valligiano stile Suan Rock!

  4. enrico nardi

    20 gennaio 2013 at 07:24

    devo dire, proprio ma proprio brutto, non c’entra nulla nè lo stile bregovic, nè niente.
    ma non potevate commissionare qualcosa al negritella?

  5. Andy

    20 gennaio 2013 at 08:30

    Se questo e’ il biglietto da visita della valle anche x chi vien da fuori… Mammamia, c’e’ da scappare! Che penserenno soprattutto gli stranieri a sentir qusto “inno”? E le parole? Ci sara’ – vero – la versione inglese? Mah…! E io pago l’imu x la seconda casa…

  6. karin zeni

    20 gennaio 2013 at 14:25

    si poteva fare solo meglio. Chi lo ha scelto il testo? Potevate usare i soldi per far cantare i cori della valle.

  7. Winkelr Artur

    20 gennaio 2013 at 15:40

    nel rispetto a una grande manifestazione.
    sono presto cinquant´ànni che sono decollato a cavalese per essatezza a salanzada.
    da allora mi sento partecipe alla valle e ai suoi costumi.
    penso di avere nel mio piccolo contribuito alla crescita turistica di una valle che merita.
    in questo senso mi permetto come cittadino fiamazzo di contestare l`inno dei mndiali 2013, non tanto per il testo che secondo me e quasi offensivo e senza grande senso
    mi sento ferito perche sembra che la “mia” valle non meriti di essere nominata.
    auguro di cuore al comitato e alla valle un grande sucesso per i mondiale e che la valle venga portato nel mondo , grazie di avere avuto la pssibilita di esprimermi in meriro winkler arthur cavalese.

    • claudio

      28 febbraio 2013 at 18:19

      ….qualsiasi coro trentino con una minima offerta o anche a gratis solo per la soddisfazione di sentire il proprio inno ai mondiali avrebbe saputo fare molto meglio!!!!

  8. daniela

    20 gennaio 2013 at 20:49

    solo una domanda……… ma qualcuno ricorda i pezzi pagati cifre esorbitante per i mondiali di calcio????? …….. ballate e lasciatevi andare su questo motivo carino, divertente dove viene citato l’amore e le emozioni semplici che può generare una cima innevata…….che forse a voi non manca la citazione della val di fiemme o la solennità di una tradizione…..a VOI MANCA LA POESIA E LA GIOIA!!!!!!

  9. gianluigi zanon

    21 gennaio 2013 at 16:58

    Ma che c****o di inno è?? Ma vi sembra giusto che a stu st***zo gli danno 140.000€! Se me li davano a me lo facievo meglio!

  10. Danilo

    22 gennaio 2013 at 20:08

    questo potrebbe essere solo un inno ai gitani….. spero vivamente abbiano il buonsenso di non farlo suonare, fa vergognare tutti noi fiemmesi, trentini, italiani vergogna!!!!!!

  11. elliana

    24 gennaio 2013 at 21:02

    Se il Bregovich, che a quanto pare è un grande, ha fatto ‘sto lavoro, che a mè suona scialbo, non è colpa sua ma di quelli che gli hanno imposto le linee guida o i briefs (gli hanno annullato il potere creativo e gli è uscito una storpiaggine di musica) se cercavano di far divertire allora era meglio “l’Anton aus Tyrol” almeno si balla…ma se si vuole un’inno allora era meglio rivolgersi ai cori locali almeno sono originali made in Val di Fiemme kilometro zero costi che si sostengono volentieri)))

  12. Val di Fiemme

    29 gennaio 2013 at 10:52

    Sono la Val di Fiemme… ridicolizzata da sta ballata gitana che non ha senso ne per la musica che per il testo..

    Mi ribello e chiedo a gran voce che gli organizzatori ci ripensino in fretta…

  13. Mosna Alessandro

    2 febbraio 2013 at 20:01

    questo non è un inno: è musica da barraccone, testo molto volgare musica da quattro soldi .Suggerisco un mio testo:” Vieni quassù nel Trentino” titolo,” echi delle montagne”
    sottotitolo: L`eco sulla montagna si perde lontano lontan/ e l`aria pura e sana rinfresca il mattino./ Vieni mia bella quassù nel Trentino,vieni a mirar l`incanto dei monti e dei ciel.
    Verdi vallate pascoli in fior, cime innevate e baldi rocciator./ Albe dorate tramonti d`or,/fra
    rocce vette e guglie di mille color./ Vieni quassù nel Trentino vieni a goder: l`aria la neve il sole e limpidi cieli. Da Pampeago a Predazzo, Lusia il Cermis,vieni a mirar l`incanto dei monti e dei cil. prima del canto e dopo si fa l`co: O AIAO, O AIAO. Composizione per coro a 4 voci Cordiali saluti Alessandro Mosna

  14. Thomas URTHALER

    16 febbraio 2013 at 21:12

    Abbiamo capito che quello che ti interessa è solo la tua compagna… La polenta ed il vino!
    E l’evento MONDIALI / VAL DI FIEMME???
    La musica è discreta, ma il testo…… Non ho parole

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi