ASSOLUTI SCI ALPINO i risultati – giornata conclusiva assegnati a Manfred Moelgg e Nicole Gius i titoli di slalom. Ieri: Gianesini ed Alexander Ploner.

Da il 28 marzo 2009

13330 546 ASSOLUTI SCI ALPINO i risultati – giornata conclusiva assegnati a Manfred Moelgg e Nicole Gius i titoli di slalom. Ieri: Gianesini ed Alexander Ploner.ASSOLUTI SCI ALPINO – Nella giornata conclusiva assegnati a Manfred Moelgg e Nicole Gius i titoli di slalom.
Daniela Merighetti e Peter Fill conquistano l’oro della combinata.
PAMPEAGO/ALPE CERMIS (TN) – Manfred Moelgg (nella foto) e Nicole Gius si aggiudicano i titoli tricolori di slalom nella giornata conclusiva dei Campionati Italiani Assoluti 2009 di sci alpino.

Nella gara maschile, disputata sulla pista “Agnello” di Pampeago, il finanziere di San Vigilio di Marebbe (BZ), secondo a metà gara, ha avuto la meglio sul portacolori del C.S. Esercito Giuliano Razzoli, che ha chiuso al secondo posto con un ritardo di 26 centesimi da Moelgg. Medaglia di bronzo per il carabiniere Patrick Thaler, che ha recuperato dal 6° posto della prima manche concludendo la propria prova a 1”34 dal vincitore. Grande prova di carattere di Moelgg che, al termine di un’appassionante testa a testa con Razzoli, conquista il suo secondo titolo assoluto fra le “rapid gates” dopo quello vinto nel 2003. “Ci tenevo moltissimo a vincere questo titolo – racconta Manfred – sapevo che non sarebbe comunque stata cosa facile perché Razzoli ha fatto un grande finale di stagione ed arrivava qui a Pampeago con i favori del pronostico. Lui è stato più veloce di me nella prima manche, ma io sono riuscito a restare concentrato nella discesa decisiva sciando come so fare. Chiudere la stagione con un titolo mi dà grande carica per lavorare con determinazione in vista della prossima stagione invernale che avrà il suo momento clou con i Giochi Olimpici di Vancouver”. Soddisfatto anche Giuliano Razzoli che, tracciando un bilancio della sua stagione, commenta: ”Oggi è comunque andata bene. Non nascondo di essere molto stanco dopo le tante gare affrontate. Quest’anno sono riuscito a salire due volte sul podio in Coppa del Mondo (2° a Kranjska Gora e 3° a Zagabria ndr.), il mio obbiettivo per il prossimo anno è quello di riuscire a mantenere una maggior regolarità di rendimento, soprattutto nella seconda manche”.
In concomitanza con la gara maschile, si è disputato anche lo slalom femminile sulla pista “Costabella” dell’Alpe Cermis. Qui il successo è andato all’alpina della Val Venosta (BZ) Nicole Gius al termine di una spettacolare rimonta che l’ha vista risalire dal terzo posto della prima manche al gradino più alto del podio, lasciandosi alle spalle la coppia delle Fiamme Gialle Manuela Moelgg (2^ a 21 centesimi) e Johanna Schnarf (3^ a +1”29). “Dopo una prima manche così così – commenta la pluricampionessa campionessa italiana della specialità, al suo terzo titolo consecutivo (il 7° in carriera) – ho attaccato al massimo nella seconda frazione, passando indenne nei due pianetti dove solitamente perdo sempre qualche centesimo. Oggi è andato tutto bene, dedico questa vittoria alla mia Società, il C.S. Esercito”. Felice malgrado l’ennesima piazza d’onore la gialloverde Manuela Moelgg che sottolinea: “Evidentemente sono abbonata ai secondi posti – scherza Manuela – la mia carriera ne è piena. Oggi avevo anche l’opportunità di realizzare una doppietta di famiglia con mio fratello Manfred, ma va bene così!”.
A conclusione degli slalom sono stati assegnati anche i titoli di combinata maschile e femminile. Per l’atleta del Gruppo Sciatori Fiamme Gialle di Predazzo Daniela Merighetti è così arrivata la terza medaglia d’oro dopo i successi ottenuti nei giorni scorsi in discesa e supergigante. Fra gli uomini titolo al polivalente carabiniere Peter Fill.
Cala il sipario sull’edizione 2009 degli assoluti di sci alpino, organizzati per la prima volta da quattro sci club della Val di Fiemme (G.S.Fiamme Gialle, U.S. Dolomitica, U.S. Latemar e U.S. Cornacci) che, con una perfetta unione di intenti e con il fondamentale supporto dei Consorzi Impiantistici di Pampeago, dell’Alpe Cermis e di Passo San Pellegrino, hanno dato vita ad un’entusiasmante settimana di gare di altissimo livello, la degna chiusura di un’ottima stagione per lo sci azzurro.

TUTTE LE CLASSIFICHE
——————————————————————————–

28/03/2009 – 10:30

SLALOM
Al termine della 1ª manche, le classifiche vedono in testa i seguenti atleti:
- nello slalom maschile, in svolgimento all’Alpe di Pampeago:
  1° Giuliano Razzoli, 49.27;
  2° Manfred Moelgg, 49.70;
  3° Andreas Erschbamer, 49.93;
  4° Stefano Gross, 50.09;
  5° Marco Verdecchia, 50.21;
- nello slalom femminile, in svolgimento all’Alpe Cermis:
  1ª Simone Streng, 50.50;
  2ª Manuela Moelgg, 50.74;
  3ª Denise Karbon, 50.95;
  4ª Nicole Gius, 50.96;
  5ª Mizue Hoshi, 51.43.
——————————————————————————–

27/03/2009 – 19:30

CLASSIFICHE COMBINATA
Pubblichiamo le classifiche parziali dopo due prove del Campionato Italiano di Combinata maschile e femminile:
- classifica combinata maschile
- classifica combinata femminile

——————————————————————————–

27/03/2009 – 14:30

 ASSOLUTI SCI ALPINO – Titoli di gigante a Giulia Gianesini ed Alexander Ploner.
Domani ultima giornata della rassegna tricolore con la disputa degli slalom.
ALPE CERMIS/PAMPEAGO (TN) – Dopo la due giorni fassana dedicata alle prove veloci, gli assoluti 2009 di sci alpino si sono spostati oggi sulle nevi della Val di Fiemme per gli slalom giganti. Donne in scena sulla pista “Costabella” all’Alpe Cermis mentre gli uomini hanno gareggiato sull’”Agnello” di Pampeago. Archiviate le giornate ventose che hanno accompagnato discesa e supergigante, uno splendido sole ha accolto gli specialisti delle prove tecniche che si sono contesi, al termine di due spettacolari competizioni, il titolo di campione italiano assoluto di slalom gigante. In campo femminile il successo è andato alla portacolori del G.S. Fiamme Oro di Moena Giulia Gianesini (nella foto), che ha preceduto sul podio il duo delle Fiamme Gialle composto da Manuela Moelgg e Denise Karbon, finite nell’ordine a + 8 e 47 centesimi dalla vincitrice. “Che giornata fantastica – commenta Giulia – dopo l’argento nel 2006 sono riuscita a vincere il mio primo titolo italiano assoluto, e l’ho fatto battendo fior fior di campionesse come Karbon e Moelgg. La prossima stagione sarò nella squadra di Coppa del Mondo di gigante, il mio obbiettivo è quello di riuscire ad entrare con regolarità fra le top 30”. Sorridente come sempre anche la regina dello slalom gigante Denise Karbon che racconta: “Speravo di vincere, questo non lo nascondo, ma considerando la sfilza di quarti posti che ho nella mia collezione (l’ultimo nel gigante iridato in Val d’Isère ndr.) devo dire che va benissimo così. Tracciando un bilancio di questa stagione – aggiunge Denise – credo che non sia andata poi così male. E’ evidente che non era facile ripetere gli exploit dello scorso anno, quella è stata una stagione straordinaria. Quest’anno posso rallegrarmi soprattutto per i passi avanti che ho fatto in slalom, tenterò nella prossima stagione di entrare nel primo gruppo anche fra le rapid gates!”.
Fra gli uomini vince il carabiniere di San Vigilio di Marebbe Alexander Ploner davanti al finanziere della Val d’Ossola Max Blardone, secondo a 77 centesimi, e all’altro carabiniere Michael Gufler, terzo a +0”94. Giù dal podio Manfred Moelgg, che chiude quarto a 42 centesimi dalla medaglia di bronzo. Pienamente soddisfatto all’arrivo Ploner, già vincitore del titolo di gigante nel 2000, che commenta così la sua gara : ”Ho sciato bene in entrambe le manches, su questa pista mi sono sempre trovato a mio agio. Solitamente rendo al massimo nei tratti di massima pendenza e pago qualcosa nei piani, oggi per fortuna sono riuscito a lasciar correre alla grande gli sci e a centrare questo titolo, che suggella un’ottima stagione. Chiudere con un titolo, in una gara con al via tutti i big del panorama nazionale, mi dà una grande carica per la prossima stagione”. Max Blardone, quarto a metà gara, è soddisfatto della sua prestazione: “Ho fatto una buona seconda manche – sottolinea il piemontese di Pallanzeno – peccato solo per un piccolo problema con la maschera che mi ha deconcentrato un po’, comunque va bene così! Vengo da una stagione di Coppa molto positiva, nella quale sono riuscito a salire tre volte sul podio in gigante (2° in Val d’Isère e ad Adelboden e 3° a Kranjska Gora ndr.), è mancata solo la vittoria e un pizzico di fortuna, ora un po’ di relax e poi subito al lavoro per preparare al meglio la stagione olimpica!”.

Questo articolo è già stato letto 4422 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi