Avvisi Parrocchia 24 aprile 1 maggio

Da il 24 aprile 2016
web-ecuador-school-virgin-earthquake-facebook

Con lunedì le celebrazioni feriali, secondo il solito orario, saranno qui in chiesa e non più presso la cappella; l’orario dei funerali è posticipato ad ore 18.00

Domenica prossima ad ore 10.00 ci sarà la Messa di I^ Comunione e ad ore 17.00 il momento di ringraziamento con i comunicandi davanti a Gesù Eucaristia

I ragazzi di seconda e terza media che partecipano alla catechesi ringraziano quanti hanno contribuito al mercatino, il cui ricavato è stato consegnato in questi giorni al gruppo “Nuovi orizzonti” di Cei

chiesa san nicolo fiorito predazzo blog Avvisi Parrocchia 24 aprile 1 maggio

La Madonna che ha vinto il terremoto in Ecuador

Un’immagine di Maria è rimasta intatta, trasformandosi in simbolo di consolazione

web ecuador school virgin earthquake facebook Avvisi Parrocchia 24 aprile 1 maggio

Nuestra Señora Madre de la Luz en la Unidad Educativa Leonie Aviat.

La foto sta facendo il giro del mondo e non smette di sorprendere le persone. Si tratta di una fragile urna di vetro con l’immagine di Nostra Signora della Luce rimasta intatta dopo il terremoto di grado 7.8 che sabato 16 aprile ha colpito l’Ecuador.

Mentre tutto ciò che la circonda è distruzione e macerie.

La foto della Vergine, che sta circolando sui social network, è stata scattata presso la scuola Leonie Aviat della parrocchia di Tarqui, a Manta, una delle zone maggiormente colpite dal sisma.

Come segnalato da diversi membri della comunità degli Oblati di San Francesco di Sales, in dichiarazioni riportate da diversi media, la meraviglia è stata grande, la Madonna è rimasta intatta al suo posto mentre la scuola è crollata del tutto.

Come ha potuto un’immagine della Madonna, talmente delicata, resistere a un terremoto? È questa la grande domanda delle ultime ore.

Per molti forse non c’è risposta, ma alla fine potrebbe essere vista come un’immagine trionfale davanti a una situazione totalmente devastata. Quindi, un’icona di consolazione.

Questo articolo è già stato letto 36049 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi