Avvisi Parrocchiali 24/31 gennaio

Da il 24 gennaio 2016
chiesa predazzo fumi 2

Questo articolo è già stato letto 59623 volte!

Perchè l’ANNO SANTO, perchè della “MISERICORDIA”; incontro con il Salesiano don Gianfranco Venturi Teologo e Liturgista che ci introdurrà alla comprensione e ci stimolerà soprattutto a vivere da cristiani l’Anno Santo, martedì ad ore 20.45 presso l’aula magna di Casa Maria Immacolata; un appuntamento importante per tutti 

Domenica prossima si celebra la 63^ giornata mondiale dei malati di lebbra; le offerte raccolte verranno destinate tramite il centro missionario a quanti sono impegnati per l’assistenza a queste persone

Domenica prossima è la festa di San Giovanni Bosco; in questa ricorrenza, alla S. Messa della vigilia sabato ad ore 20.00, animata dai cori dei bambini e dei giovani, sono particolarmente invitati tutti i bambini, i ragazzi, i giovani e tutti gli sportivi

Infine., domenica prossima a motivo del passaggio dei concorrenti della Marcialonga la S. Messa delle ore 10.00 viene anticipata ad ore 9.00

ariano 1024x678 Avvisi Parrocchiali 24/31 gennaio

Papa Francesco: nessuna confusione tra la famiglia voluta da Dio e altri tipi di unione

Nel discorso rivolto venerdì 22 gennaio 2016 alla Rota Romana per l’inaugurazione dell’Anno giudiziariopapa Francesco chiede di mostrare misericordia soprattutto verso le “famiglie ferite” e chi vive “in uno stato oggettivo di errore”, ribadendo che quella fondata sul matrimonio non può essere confusa con nessun altro tipo di unione.

Questa è il “sogno”di Dio e la “carta costituzionale” della Chiesa. La “qualità” della fede “non è condizione essenziale del consenso matrimoniale”: occorre valutare “molto attentamente” gli errori sulla sacramentalità del matrimonio”. Istituire un “nuovo catecumenato” per la preparazione degli sposi perché “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”

Parole nette e inequivocabili, quelle pronunciate dal Papa verso ciò che definisce il “tribunale della famiglia” e il “tribunale della verità del vincolo sacro”. Francesco raccomanda di tenere “sempre presente” chi vive “in uno stato oggettivo di errore, per libera scelta o per infelici circostanze della vita”: verso di loro bisogna mostrare misericordia, mentre la si coniuga con la verità, e anche gli “errori che riguardano la sacramentalità del matrimonio” vanno “valutati molto attentamente”, con la stessa lente. Perché il matrimonio “non è un ideale per pochi”, ma una méta raggiungibile per tutti i battezzati. A patto, però, che ci sia una adeguata preparazione, magari con “un nuovo catecumenato”, come auspicato al Sinodo.

La fine del discorso del Papa è improntata ad un sano realismo cristiano: «Proprio perché è madre e maestra, la Chiesa sa che, tra i cristiani, alcuni hanno una fede forte, formata dalla carità, rafforzata dalla buona catechesi e nutrita dalla preghiera e dalla vita sacramentale, mentre altri hanno una fede debole, trascurata, non formata, poco educata, o dimenticata». La fede, insomma, è un abito su misura cucito su ciascuno di noi: non c’è n’è uno uguale ad un altro. Il dono che riceviamo nel battesimo, spiega il Papa, “continua ad avere influsso misterioso nell’anima, anche quando la fede non è stata sviluppata e psicologicamente sembra essere assente”.

papa francesco ai fidanzati Avvisi Parrocchiali 24/31 gennaio

chiesa predazzo fumi 2 1024x653 Avvisi Parrocchiali 24/31 gennaio

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi