Bioenergia Fiemme SPA, scoppia di salute

Da il 11 novembre 2008

bioenergia fiemme.thumbnail Bioenergia Fiemme SPA, scoppia di salutePresenta ricavi pari a 2.898.654, costi di produzione di 2.376.424 e, dedotte le imposte, un utile di 171.787, il bilancio della Bioenergia Fiemme Spa. Una società solida, in crescita, con un patrimonio che ormai supera ampiamente i nove milioni di euro e che guarda al futuro con nuove, interessanti prospettive. I risultati della gestione sono stati illustrati ieri pomeriggio, alle 16, dal presidente Mario Giacomuzzi ai soci (86 presenti o per delega, pari al 76,4% delle azioni) riuniti nella sala della biblioteca, in via Marconi, nella fase in cui l’impianto di teleriscaldamento a biomassa si appresta a celebrare nel 2009 i suoi primi dieci anni di esercizio, con un assetto complessivo della centrale che mantiene il suo cuore nelle due caldaie a biomassa, per complessivi 9 Mw termici. Su di essa si innesta anche la produzione elettrica in cogenerazione (4.513.800 Kwh, grazie ad una potenza pari a 1.065 Kw elettrici), affiancata da ulteriori 50 Kw di potenza elettrica derivante dall’impianto fotovoltaico, installato nel luglio del 2007. Quest’ultimo, già nel primo anno, ha consentito di produrre 67.178 Kwh elettrici, con ricavi complessivi pari a 38.377 euro che consentono di far fronte ampiamente al mutuo decennale di 250.000 euro sottoscritto con la Cassa Rurale Centrofiemme e che comporta il pagamento di una rata annua di 32.919 euro. Lo stato attuale della Bioenergia Fiemme può contare su una potenza termica complessiva di 19,6 Megawatt, oltre all’energia prodotta dalla cogenerazione e dal fotovoltaico. L’impianto ha ormai raggiunto un elevato livello di affidabilità ed un alto rendimento. Durante l’ultimo anno, tra l’altro, si è evitata, attraverso la biomassa, la combustione di circa 3.000.000 di litri di gasolio, con una vendita di 24.478 kilowattora ed un aumento delle vendite di calore di oltre il 12%. Nell’ultimo anno, si è stabilizzato anche il costo medio della biomassa ed il distretto industriale di Fiemme è riuscito a soddisfare il fabbisogno del teleriscaldamento di Cavalese, assestato in circa 32.000 metri steri di cippato e in 5.000 metri steri di refili, con il supporto anche di un discreto quantitativo di biomassa di derivazione forestale prodotto dalla Magnifica Comunità di Fiemme. La produzione elettrica a biomassa, legata alla crescente domanda di energia, si orienta verso l’obiettivo di raggiungere l’indipendenza energetica di Cavalese anche sotto questo profilo. Per questo il Cda ha recentemente acquisito dal Comune oltre 2000 metri quadrati di aree destinate all’ampliamento della centrale verso ovest, in modo da inserire una terza caldaia a biomassa di pari potenza rispetto alle due già installate. Il progetto ha avuto il via libera dal Servizio Energia della Provincia ed è ora in attesa della valutazione di impatto ambientale. La società intende anche realizzare un nuovo deposito/piazzale a sud della centrale, dove poter stoccare il materiale legnoso che in passato veniva collocato nell’adiacente parcheggio del campo sportivo, dove da poco è stato realizzato un nuovo parco giochi. A sud di tale deposito, è prevista inoltre la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 65 Kw, attraverso il quale produrre ulteriore energia elettrica. L’investimento complessivo è di circa 700.000 euro. Una società che si apre anche al mondo della formazione con corsi universitari, il sostegno a tesi di laurea, convegni, visite scolastiche, partecipazione a fiere e una crescente attenzione allo sviluppo della cultura ambientale. I soci hanno approvato il bilancio all’unanimità. Nel consiglio di amministrazione, al posto del dimissionario Ferruccio Cazzanelli , è stato nominato Denis Bon dell’Istituto Atesino di Sviluppo, che recentemente ha acquisito le quote già in possesso di Unicredit.

Mario Felicetti.

Questo articolo è già stato letto 2598 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi