Da Predazzo al Mozambico “La casa del Lopez”

Da il 22 marzo 2011
%name Da Predazzo al Mozambico La casa del LopezPREDAZZO. Lo chiamavano “el Lopez”, e così lo ricorderanno anche in Mozambico dove vive sua figlia Monica, già collaboratrice del nostro giornale, sposata con un mozambicano e con un figlio nato da poco, e dove è in progetto la realizzazione di un sito di accoglienza per bambini che si chiamerà proprio “Casa del Lopez”.
Fiorenzo Gabrielli, il boscaiolo scomparso tragicamente nell’estate del 2009 a 57 anni, colpito da un tronco nelle foresta di Paneveggio, era conosciuto ed amato per il suo carattere estroverso e generoso. Era attivo nel gruppo degliartiglieri che hanno avuto l’idea di questo progetto, raccolta anche dai pompieri di Predazzo e dalla Filodrammatica Dellagiacoma, i sodalizi che Fiorenzo frequentava, ma anche da altri gruppi della valle. Da qui l’appello per raccogliere i fondi necessari per completare il finanziamento del progetto che è stato redatto gratuitamente dal geometra Paolo Gabrielli e che è stato approvato dalle autorità.
Si prevede una sala con una trentina di posti, servizi, cucina, un piccolo appartamento, oltre ad un atrio e un deposito. Una costruzione semplice i cui lavori sono già iniziati e in fase di completamente, ma non del tutto finanziati. Per questo le associazioni che hanno aderito lanciano un appello a tutti i cittadini che possono dare il proprio contributo presso la Cassa Rurale di Fiemme. Il numero del conto è EUR IBAN IT 28 U 08 184 35280000000089568, Cod. BIC CCRTIT2T50A. La Filo di Predazzo, di cui Fiorenzo è stato grande animatore, ha lanciato l’invito anche in occasione della rassegna “Chi è di scena” iniziata il 3 marzo e che proseguirà oggi alle ore 20 e 45 presso la casa della gioventù di Predazzo con “Franzelstein”, una commedia classica trentina di Massimo Gasperi messa inscena da Filolevico. Nel programma la Filo predazzana ricorda un aneddoto a proposito del progetto: durante la riunione preliminare era stato chiesto se il tetto dovesse essere isolato. La risposta è stata chiara: niente paglia, ma onduline verniciate. Insomma, un po’ di modernità anche in questo villaggio africano dove oltre alla figlia e al nipote ci sarà “la casa del Lopez”.
-
Francesco Morandini

Questo articolo è già stato letto 2440 volte!

Commenti

commenti

About Francesco Morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi