FiemmE-motion il turismo del futuro senza automobile inizia dalla Valle di Fiemme

Da il 13 giugno 2012

Come si muoverà il turista del futuro? Certamente, senza automobile. La Val di Fiemme gioca d’anticipo proponendo, già a partire da quest’estate, il progetto FiemmE-motion.

Navette, bici e monopattini elettrici, bici tradizionali, autobus di linea efficienti, impianti di risalita, collegamenti pedonali, servizi di bike sharing e tettoie fotovoltaiche per ricaricare le bici. Il progetto coinvolge tutta la Val di Fiemme: Comunità Territoriale, Comuni, Azienda per il Turismo, Hotel, aziende, artigiani e commercianti.

comune di predazzo bici elettriche bike sharing predazzo blog 1 300x229 FiemmE motion il turismo del futuro senza automobile inizia dalla Valle di FiemmeGli hotel coinvolti offrono la FIEMME-MOTION card che permette di viaggiare gratuitamente nelle valli dolomitiche di Fiemme, Fassa e nel Primiero su tutti gli autobus di Trentino Trasporti, con sconti del 30 per cento per tutto il Trentino. Nella Card sono contenuti servizi di navetta urbani, agevolazioni per i servizi di bike-sharing, ingressi liberi per musei, percorsi in quota ludici, sportivi e culturali, sconti per passeggiate a tema ed escursioni guidate nei luoghi eco-sostenibili ed eco-sensibili.

L’idea è di permettere agli ospiti della Val di Fiemme di lasciare l’auto nel parcheggio dell’hotel e di muoversi in piena libertà utilizzando mezzi e servizi a basso impatto ambientale:

Questa valle trentina ‘riciclona’ e pulita, quindi, è sempre più attenta alla qualità della vita. Non si accontenta di respirare l’ossigeno generato da (..continua clicca su leggi tutto)  60 milioni di alberi (secondo una stima dell’Apt Val di Fiemme ce ne sarebbero 200 per ogni turista). Infatti, quando si parla di rispetto ambientale, la Val di Fiemme vanta diversi primati. Basta dire che un terzo dei diciottomila abitanti usa quotidianamente energia termica o elettrica proveniente da fonti alternative, fra cui due grandi centrali di teleriscaldamento e l’impianto fotovoltaico pubblico a terra più grande d’Italia. La Val di Fiemme, inoltre, è fra le prime nella raccolta differenziata dei rifiuti (Premio speciale dei Comuni Ricicloni d’Italia 2008 e 2009). Gli sport invernali sono in prima fila nella promozione dell’eco-sostenibilità. I Campionati del Mondo di Sci Nordico 2013 hanno sposato, per esempio, il logo ‘Fiemme Vallevviva’, per diffondere la cultura del rispetto ambientale e della vivibilità.

Guardando al futuro, Fiemme vorrebbe essere la prima valle alpina a traffico limitato. Per mostrare quali spazi potrebbero aprirsi ai suoi residenti e quali vantaggi si potrebbero ottenere a favore della vivibilità e dello stile di vita, la Valle propone l’evento ‘Fiemme senz’auto’. La quarta edizione si è svolta domenica 3 giugno e sarà riproposta domenica 19 agosto 2012, con la chiusura della Statale 48 da Cavalese a Predazzo, fra sfilate di carrozze con i cavalli, auto e bici elettriche, concerti, giochi, dimostrazioni, degustazioni, mostre all’aria aperta e spettacoli. L’unica regola è l’utilizzo di mezzi eco-compatibili, partendo dai piedi e dalla bicicletta, fino ai roller, al monopattino, alla carrozza trainata da cavalli e a qualsiasi altro mezzo non inquinante.

%name FiemmE motion il turismo del futuro senza automobile inizia dalla Valle di FiemmeDove affonda le sue radici questa particolare sensibilità ambientale? Per scoprirlo, basta osservare gli abeti di questa valle. L’istituzione storica della Magnifica Comunità di Fiemme gestisce con oculatezza da 900 anni (appena computi) un immenso patrimonio boschivo. E’ stata proprio la foresta della Magnifica Comunità di Fiemme a ottenere la prima eco-certificazione d’Italia. La cura dell’ambiente è un codice genetico dei fiemmesi. Si narra, infatti, che sia di legno il Dna della Val di Fiemme.
Quest’ultimo progetto di mobilita eco-compatibile, battezzato FiemmE-motion, dimostra che è possibile rilanciare l’offerta turistica, migliorando la qualità della vita.

FiemmE-Motion Card

QUANTI VANTAGGI PER VOI E PER L’AMBIENTE
- Uso illimitato degli autobus di linea (Trentino Trasporti) dalla Val di Fiemme alla Val di Fassa, al Passo Rolle, a San Martino di Castrozza, al Primiero e al Vanoi. Inoltre, 30% di sconto su tutte le altre tratte di Trentino Trasporti Esercizio circolanti sul territorio trentino (presso le biglietterie).
- Navette e trenini nei paesi.
- Sconti per noleggio biciclette, e-bike, trike e tandem.
- Colonnine di ricarica gratuita per bici elettriche e auto elettriche in tutti i paesi.
- Passeggiate nei paesi con visite guidate a piccoli musei, botteghe artigiane e produttori enogastronomici.
- 10% sconto su Fiemme Mountain Pass (3 gg su 7) e su singola corsa degli impianti di risalita di Cermis, Latemar Pampeago, Bellamonte e Latemar Predazzo.
- Riduzione del 25% sul noleggio di biciclette, e-bike, rafting (prenotazioni al cell. 347 5323839), Adventure Dolomiti Park (cell. 347 1375350), Avisio Park e Aeropark.
- Ingresso gratuito al Parco Naturale di Paneveggio e agevolazioni per le attività e i laboratori.
%name FiemmE motion il turismo del futuro senza automobile inizia dalla Valle di Fiemme- Ingresso gratuito al Museo della Magnifica Comunità di Fiemme (luglio e agosto).
- Ingresso gratuito al Museo di Arte Contemporanea di Cavalese.
- Escursioni gratuite con guide alpine in quota all’arrivo degli impianti a fune.
- Escursione a Malga Agnelezza (martedì 14.45-18.00, prenotazione entro il giorno precedente al cell. 331 9241567).
- Visita al Caseificio di Predazzo (venerdì ore 10.00) e Cavalese (venerdì ore 9.30), prenotazione entro il giorno precedente al cell. 331 9241567).
- Piatto alpino al prezzo speciale di € 9,00 (secondo piatto tipico + pane + dessert – escluse bevande), presso alcuni rifugi in quota (Zischgalm, Ganischger Alm, Baita Caserina, Baita Passo Feudo, Baita Gardoné, Agritur Malga Bocche, Ciamp de le Strie, Rifugio Capanna Cervino, Paion del Cermis, Baita Dosso Larici).
- Fino al 30% di sconto sull’ingresso al Mart di Rovereto e al Museo Depero di Rovereto.
- Fino al 40% di sconto sull’ingresso al Museo Ladino.

fonte: comunicato stampa

Questo articolo è già stato letto 2498 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi