Forti perplessità nella Regola Feudale di Predazzo per un nuovo traliccio Wind al Passo Feudo.

Da il 6 febbraio 2009

06112008079 traliccio della bts Forti perplessità nella Regola Feudale di Predazzo per un nuovo traliccio Wind al Passo Feudo.PREDAZZO – Forti perplessità ha suscitato martedì sera, nel consiglio di amministrazione della Regola Feudale di Predazzo, la richiesta di Wind, la società di telefonia, di realizzare un traliccio, destinato a ponte radio, nella zona montana del Passo Feudo. Due le alternative proposte: un palo di 12 metri di altezza più un’antenna di 3 o un traliccio di 10 metri. Entrambe le soluzioni proposte sono parse poco convincenti per il forte impatto paesaggistico, per cui si è deciso di approfondire ulteriormente il problema con la società richiedente, per garantire quanto meno una possibile mascheratura. Se ne riparlerà nella prossima seduta. Con un’annotazione particolare di Bruno Bosin : «Pali ormai ne vediamo dappertutto e poi sono sicuramente più impattanti le palme di Gardonè». Con riferimento alla discutibile dislocazione di alcune palme presso il self service, situato nella zona di arrivo della cabinovia della Latemar. Grande soddisfazione, invece, per il successo della manifestazione indetta lo scorso dicembre per celebrare i quattrocento anni dall’approvazione del primo statuto dell’ente storico del paese. Oltre cinquecento persone, vicini e ospiti, hanno visitato la mostra allestita presso la sede, con l’esposizione di una preziosa serie di documenti che sono stati anche ripresi in un bellissimo servizio fotografico predisposto da Livio Morandini «Paolin» . Un altro importante argomento trattato nel corso della seduta ha riguardato la futura ristrutturazione del tradizionale «Maso delle Coste». L’edificio ha bisogno di un intervento urgente di restauro, visto che si trova in condizioni statiche e funzionali del tutto precarie. Il costo presunto dell’operazione è di 150.000 euro, il 60% dei quali garantiti da contributo provinciale, con l’impegno di realizzare l’opera entro due anni. Intanto, il consiglio ha deliberato di indire la gara di appalto tra le imprese locali per le opere murarie, i lavori di carpenteria e quelli tecnologici (impianti elettrici e idraulici). Dovranno presentare l’offerta entro venti giorni dall’invio del computo metrico, in fase di preparazione proprio in questi giorni. Il consiglio poi stabilirà quale utilizzo dare alla struttura, che sarà probabilmente gestita in collaborazione con le locali associazioni di volontariato e che sembra destinata e diventare anche una futura sede di rappresentanza. Per quanto riguarda i lavori del 2009, la Forestale ha assegnato quest’anno 3.000 metri cubi di piante da martellare, con due lotti di legname che il consiglio ha già deciso di appaltare alle aziende di Sergio Morandini di Castello di Fiemme e Aldo Fanton di Masi di Cavalese: saranno fatturati la prossima primavera. Sempre per quanto riguarda il bosco, sembra che le abbondanti nevicate di questa stagione invernale non abbiano fatto fortunatamente particolari danni, visto che, da un primo sopralluogo, gli schianti non dovrebbero superare i 250 metri cubi. Non appena possibile, inizieranno anche i lavori per la costruzione dell’ultimo tratto (120 meri lineari) della strada di «Cògol», a cura dell’impresa Betta, per una spesa di 31.500 euro, ridimensionata rispetto al preventivo iniziale di 46.500. Il costo (almeno si spera) dovrebbe essere coperto dalla Provincia per il 70%. Il consiglio ha deciso infine di iscrivere nel libro matricola quattro nuovi «vicini», i fratelli Ivano, Marco, Carlo e Fabio Boninsegna , mentre è stata deliberata la cancellazione di Hans Dezulian , che dal 1985 non ritira le «regalie» autunnali e del quale non si hanno più notizie da oltre vent’anni. M. F.
 

Questo articolo è già stato letto 2016 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi