Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda

Da il 12 novembre 2020
elio croce bro elio 4

Da Moena, a Gulu aveva organizzato orfanotrofio e ospedale

Chiesta trentina in lutto per la scomparsa di Elio Croce, missionario comboniano di 74 anni di Moena che operava in Uganda dal 1971. Sorpravvissuto all’ebola, si è dovuto arrendere al Covid, che lo ha colpito alcune settimane fa portandolo alla morte.

In un’intervista a Telepace del 12 settembre scorso raccontava una situazione relativamente tranquilla: “Fino ad ora il Covid non ha ancora colpito. Sono tutti asintomatici ma si fanno pochi tamponi. Forse grazie alla buona stagione, come in Italia, il virus è meno violento. Le scuole e le chiese comunque sono ancora chiuse da marzo. Noi missionari siamo i più anziani, quindi i più a rischio.”.

Come viene riportato dal Tgr Rai Trentino, che lo aveva intervistato invece in maggio, padre Elio Croce a Gulu, dove lavorava, aveva organizzato un orfanotrofio e un ospedale dall’associazione Spagnolli Bazzoni.

Il missionario aveva raccontato la sua esperienza nel libro “Diari di guerra e di pace – un missionario comboniano trentino in Nord Uganda (1996-2004)” pubblicato da Curcu&Genovese con la collaborazione dell’associazione VolontariAmo con il St.Jude di Predazzo.

elio croce bro elio 3 1024x682 Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda

Libro che appunto per giornate e per eventi racconta la storia di quest’uomo partito nel 1971 da Moena per andare a fare il missionario in Africa. Lui che, ancora bambino, era rimasto affascinato dall’Africa e dai racconti di sacerdoti che parlavano del loro lavoro solidale in terre lontane.

Lui che si diploma come perito meccanico e impara l’inglese in Inghilterra per prepararsi al meglio alla sua vocazione. Lui che è per la solidarietà anche e soprattutto concreta e scopre che i comboniani hanno una scuola tecnica per formare i propri missionari anche dal punto di vista pratico. Fratel Elio Croce ha vissuto tutta la tormentata storia recente dell’Uganda, di questo paese sempre in prima linea, sempre aiutando e curando tutti senza distinzione alcuna.

elio croce bro elio 2 1024x682 Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda

Dapprima, fino al 1985, nel piccolo ospedale e nella missione di Kitgum negli anni della dittatura di Idi Amin Dada, in anni di terrore, repressione e persecuzioni per gli oppositori al regime. Poi il trasferimento a Lacor al St. Mary Hospital e lì Fratel Elio incontra Lucille e Piero Corti per una collaborazione che sarà fondamentale per lo sviluppo dell’ospedale. Gli eventi anche di quegli anni sono drammatici, l’Uganda non ha pace.

Alla guerra si assommano i flagelli dell’Aids e di Ebola. Elio Croce lavora senza pause al St. Mary Hospital e poco dopo anche al St. Jude Children’s Home, orfanotrofio fondato da Bernardetta Akwero, maestra ugandese che assieme a lui si prodiga per dare una sede definitiva e sicura a questo suo progetto di aiuto a tanti bambini rimasti orfani o abbandonati. Progetto che ora è diventata una casa-famiglia con centro di riabilitazione per bambini disabili e fattoria.

elio croce bro elio 682x1024 Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda

elio croce silvia morandini Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda elio croce comune di moena Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda

 Tutto il documentario realizzato da Dolomititv.it

elio croce chiesa gulu uganda 1024x563 Fratel Elio Croce di Moena muore di coronavirus in Uganda

Questo articolo è già stato letto 74165 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi