I fasti della Nave d’Oro di Predazzo

Da il 28 dicembre 2014
Ultima-locandina

Il Museo Geologico delle Dolomti di Predazzo invita alla conferenza del titolo Il mistero del Georgium Sidus: Amelia B. Edwards e i fasti della Nave d’Oro di Predazzo che si terrà martedì 30 dicembre alle 20.30 presso l’aula magna del Municipio.

Il relatore prof. Stefano Cracolici dell’Università di Durham, svelerà le ultime novità emerse dagli studi condotti sui libri di viaggi di Amelia B. Edwards.

Nel corso dell’Ottocento, Predazzo era divenuta una delle località più gettonate di tutto l’arco alpino per le inspiegabili bizzarrie della sua configurazione geologica. Tra i cimeli della città, spicca il Memoriale o Libro dei Visitatori de La Nave d’Oro, l’albergo che per tutto il periodo diede ospitalità ai tanti scienziati, viaggiatori e alpinisti giunti in Valle di Fiemme da tutta Europa.

La relazione prende spunto dalla lettura che del Memoriale diede la scrittrice britannica Amelia B. Edwards nel 1872, nel corso del suo pionieristico itinerario dolomitico. Autore di grido nell’Inghilterra vittoriana, instancabile esploratrice e abilissima giornalista di viaggio, Amelia ci ha lasciato di Predazzo una descrizione intrisa di curiosità e mistero. Il racconto della sua permanenza in città porta il lettore a scoprire, oltre alle bellezze del paesaggio e ai dibattiti intorno alla sua formazione geologica, anche antichi reperti archeologici, nomi di famosi esploratori, imprese spericolate e aneddoti di varia e gaia natura che offrono di Predazzo un’immagine composita e cosmopolita.

In questo contesto, emerge la menzione del celeberrimo scopritore di Urano (Georgium Sidus). Ma chi era costui? cosa venne a fare a Predazzo? e soprattutto perché Amelia Edwards inserisce la sua firma tra i ‘più grandi tesori’ de La Nave d’Oro?

Ultima locandina I fasti della Nave dOro di Predazzo

hotel nave oro predazzo inizio 900 I fasti della Nave dOro di Predazzo

Questo articolo è già stato letto 58283 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi