Il Commissario del Governo Squarcina, in visita al Centro di documentazione sulla catastrofe della Val di Stava

Da il 24 settembre 2009

foto2 Il Commissario del Governo  Squarcina, in visita al Centro di documentazione sulla catastrofe della Val di StavaIl Commissario del Governo per la Provincia di Trento
in visita al Centro di documentazione sulla catastrofe della Val di Stava
Il Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di Trento, dott. Francesco Squarcina, ha visitato nei giorni scorsi il Centro di documentazione sulla catastrofe della Val di Stava ed ha percorso il sentiero della Memoria sul Monte Prestavèl. ________________________________________

“Sono sinceramente ammirato per lo stile, la serenità e la dovizia di informazioni con i quali raccontate genesi, cause e responsabilità di questo terribile disastro”. Questo il commento di Francesco Squarcina, Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di Trento, al termine della sua recente visita al Centro di documentazione sulla catastrofe della Val di Stava e al percorso della Memoria sul Monte Prestavèl.
Il Commissario del Governo è stato accolto a Stava dal sindaco di Tesero Gianni Delladio, dal vicesindaco Giovanno Zanon e dal presidente della Fondazione Stava 1985 Onlus Graziano Lucchi. Dopo la visita al Centro di documentazione con la visione del film “Stava 19 luglio”, il dott. Squarcina ha percorso in compagnia del dott. Lucchi, l’intero sentiero della Memoria che porta nei luoghi che furono teatro dell’attività mineraria sul Monte Prestavèl e che ospitavano i bacini di decantazione crollati il 19 luglio 1985.
Al termine della visita il dott. Squarcina si è voluto soffermare in raccoglimento nella chiesetta della Palanca a Stava, dove è posta la lapide in cristallo con i nomi delle 268 Vittime che fu benedetta da Papa Giovanni Paolo II, e davanti al monumento donato dalle popolazioni del Vajont “ai superstiti della Val di Stava affratellati nell’identica sciagura”. La visita si è conclusa sul cimitero di San Leonardo a Tesero, dove il Commissario del Governo ha reso omaggio alle Vittime della Val di Stava davanti alle tre fosse dove riposano le 71 Vittime non identificate del disastro e al monumento dono dei Vicini di Fiemme.

Nella foto da sinistra: il sindaco di Tesero Gianni Delladio, il Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di Trento Francesco Squarcina, il vicesindaco di Tesero Giovanni Zanon e il presidente della Fondazione Stava 1985 Onlus Graziano Lucchi davanti al Centro di documentazione sulla catastrofe della Val di Stava.
24 settembre 2009

Questo articolo è già stato letto 1795 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi