Il Ctg gruppo Lusia di Predazzo rinnoverà entro l’estate il Bivacco Paolo e Nicola.

Da il 6 marzo 2010

PREDAZZO – Sta procedendo senza intoppi l’iter burocratico progettuale che porterà al completo rifacimento del Bivacco Paolo e Nicola, nella zona del Lagorai, sopra Valmaggiore.

Ne ha discusso, nell’ultima riunione del direttivo, il Ctg gruppo Lusia di Predazzo, che ormai da tempo segue il progetto, ora presentato presso le sedi provinciali competenti per le autorizzazioni di merito, che dovrebbero comunque arrivare entro marzo. Subito dopo, sarà necessario ottenere il placet del Comune ed il benestare della Magnifica Comunità di Fiemme, proprietaria del terreno sul quale la struttura è stata realizzata trentasei ani fa, dopo la tragedia del Sella che costò la vita a Paolo Dezulian e Nicola Felicetti.

 Una volta predisposto il piano finanziario e sentita la Cassa Rurale per la concessione di un prefinanziamento, saranno contattate le società di elitrasporto per verificare i costi relativi al trasferimento in quota dei materiali necessari e quindi scegliere l’offerta migliore.

A questo punto, in attesa di tutti i nulla osta, l’ipotesi che il direttivo ha fatto è che la demolizione e la ricostruzione del bivacco potranno essere effettuate nel periodo compreso tra agosto e settembre. Intanto, sembra confermata anche la disponibilità della regola Feudale a concedere al Ctg la futura gestione del Maso delle Coste, i cui lavori di ristrutturazione sono ormai in dirittura di arrivo e che dovrebbe essere inaugurato a settembre.

Il Ctg ha preso atto del regolamento predisposto dalla stessa Regola ed ha espresso parere positivo. Sta anche entrando nel vivo la programmazione delle gite ed escursioni del 2010. Domenica è prevista una uscita pomeridiana nei dintorni del passo Occlini, con merenda conclusiva al passo di Lavazè, presso Malga Varena.

Iscrizioni entro oggi presso il negozio Fior di Bosco. M.F.

bivacco paolo e nicola vecchio Il Ctg gruppo Lusia di Predazzo rinnoverà entro l’estate il Bivacco Paolo e Nicola.

Questo articolo è già stato letto 2170 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi