Il Giro d’Italia in Tandem di Alessandro e Paola arriva a Predazzo

Da il 22 marzo 2013
ARRIVO A PREDAZZO giro italia in tandem catania predazzo arrivo 23.3

Questo articolo è già stato letto 4312 volte!

di Benjamin Dezulian – da l’Adige 24.3.13

PREDAZZO – Due settimane e 1.632 chilometri percorsi sulle due ruote. È terminata ieri, con l’arrivo nella piazza centrale di Predazzo, la bella avventura di Alessandro Guadagnini e di Paola Defaveri. La coppia, sposata da 28 anni, è partita da Catania l’11 marzo a bordo di un tandem, con il quale ha risalito tutta la penisola in dodici tappe, scegliendo giorno per giorno l’albergo dove trascorrere la notte. Ieri, i coniugi hanno trovato ad accoglierli una piccola folla di parenti ed amici e il sindaco di Predazzo Maria Bosin, in una festa a sorpresa organizzata dall’assessore comunale al turismo Giuseppe Facchini e da «Predazzoblog», il sito Web che ha seguito gli sposi in tutta la loro bella avventura attraverso l’Italia. B. D.

di Monica Gabrielli  -  da Il Trentino  20.3.13 

Rispettare i tempi dell’altro, incoraggiarlo quando è stanco, decidere insieme quando accelerare o rallentare. Ecco la ricetta per una perfetta intesa di coppia nella vita…e sulla bicicletta! Lo sanno bene Alessandro Guadagnini e Paola Defaveri, coppia di predazzani che proprio in questi giorni sta risalendo l’Italia in tandem.

Entrambi quarantanovenni, sposati da 28 anni, due figli ormai grandi, sono partiti l’undici marzo da Catania con l’obiettivo di percorrere in due settimane oltre 1.500 chilometri, con un dislivello complessivo di oltre 11.000 metri. Dal capoluogo siciliano fino a Messina, Gioia Tauro, Tropea. E poi verso Nord, passando per Potenza, Foggia, Termoli e sempre più su, lungo la costiera Adriatica, Ferrara, Verona e infine la Valle di Fiemme, prevedibilmente tra sabato e domenica prossimi.

Nello zaino alla partenza, oltre all’equipaggiamento necessario per il viaggio, anche trenta cartoline di Predazzo. «Le stiamo distribuendo alle persone che ci aiutano e sostengono lungo il nostro percorso», racconta Alessandro. Così le immagini di Predazzo sono state donate al pensionato che li ha affiancati per qualche chilometro, al riparatore che ha aggiustato il tandem, all’uomo di Matera che li ha aiutati a cercare un posto dove dormire.

Ieri la coppia (che ha già superato il traguardo intermedio dei 1000 chilometri) ha fatto una deviazione di rotta per una visita al santuario di Loreto. A rendere ancora più faticoso il viaggio non più la pioggia e il nevischio dei giorni scorsi, ma un forte vento, che li ha fatti uscire di strada per ben due volte.

Ma non è solo il maltempo a complicare la vita alla coppia di Predazzo. Ci si mettono anche le avarie e i cani randagi che nei pressi di San Severo li hanno inseguiti: e qui, per scappare dal branco, Paola e Alessandro hanno dimostrato di avere le gambe davvero buone.

L’amore per i viaggi su due ruote in origine era solo di Alessandro. Per coinvolgere la moglie Paola è nata l’idea del tandem. Così, da sei anni i due trascorrono le ferie in bicicletta, in Italia e all’estero. La traversata dello Stivale da Sud a Nord è l’itinerario più lungo della coppia. Il percorso è stato scelto sfruttando il più possibile le strade secondarie e le piste ciclabili, evitando i percorsi più trafficati: «Viaggiare in bicicletta ti permette di vedere panorami, scorci, luoghi che in automobile non si noterebbero nemmeno. Siamo liberi di fermarci quando vogliamo e goderci le meraviglie che incontriamo», racconta Alessandro appena giunto a Loreto. Il forte vento rende difficile la comunicazione. Comunicazione che, invece, viene agevolata da Internet che permette ai due di aggiornare in tempo reale amici, parenti, compaesani, ma anche le persone incontrate lungo il percorso che voglio sapere come sta proseguendo l‘avventura: il sito www.predazzoblog.it pubblica ogni giorno il diario di viaggio di Alessandro e Paola, che raccontano aneddoti e curiosità della giornata e pubblicano le foto ricordo più belle.

«Per pedalare in tandem è necessario conoscersi bene, avere una buona intesa, saper compensare la stanchezza dell’altro. Si impara a condividere tutto, anche il mal di gambe», dice Alessandro. Un viaggio di questo tipo potrebbe essere una valida terapia per le coppie in crisi.   fonte: Il Trentino 20.3.13

CONTINUA DAGLI AGGIORNAMENTI PRECEDENTI: 

1 -VEDI PARTENZA DA CATANIA E SUD ITALIA – CRONACA E FOTOGALLERY

2 – CENTRO E NORD ITALIA  - CRONACA E FOTOGALLERY

AGGIORNAMENTO  22.3.13 ore 16.28:

Anche oggi siamo riusci a partire presto,verso le 8. Imboccata la ciclabile siamo passati per Marmirolo Valeggio sul Mincio e fino a Peschiera del Garda. La abbiamo fatto la prima pausa, comperato la solita frutta 2 bottiglie d’acqua e una di succo. Poi imboccato il lago abbiamo come da programma fissato il traguardo a Torbole, passando per Lazise Bardolino Torri del Benaco e Malcesine. La giornata era abbastanza fredda questa primavera tarda ad arrivare. Domani partiremo verso le 8 e30 passeremo per Mori Rovereto Trento Lavis e su per la val di Cembra fino a Molina di Fiemme, là saliremo a Cavalese e poi uno sprint fino a Predazzo per arrivare nel tardo pomeriggio e concludere questa bella avventura. Anche oggi 105 km. Ciao Ale e Paola

————————0———————–

aggiornamento del 23.3.13 ore 8.27 Mentre loro stanno pedalando pubblichiamo per voi questo “messaggio segreto:” Oggi pomeriggio, sabato 23 tra le ore 16-17 attendiamo Alessandro e Paola nella piazza di Predazzo per salutarli, condividere un dolcetto e fare una foto tutti insieme. Siete tutti invitati, anche gli amici degli amici! Slargate la locca!!  Pubblicheremo nel primo pomeriggio l’orario più preciso del loro arrivo a Predazzo. Aggiornamento ore 14.15 sono arrivati a Faver, saranno a Molina di Fiemme verso le ore 15.00 saliranno a Cavalese e dentro fino a Predazzo in leggero anticipo rispetto alla tabella di marcia. Per chi volesse salutarli ci troviamo in piazza dalle ore 15.30 in poi. Passate parola grazie.

————————0—————————–

AGGIORNAMENTO  23.3.13 ore 16.28:

Partiti alle 8e45 da Torbole sul Garda alla volta di Predazzo, passando per Mori Rovereto  e Lavis, là abbiamo trovato a salutarci Moreno il nostro amico di una vita e facciamo una foto. Ripartiamo a mezzo giorno prendendo la salita che porta a Cembra, altra pausa dove poi troviamo a farci compagnia Giancarlo e nel frattempo arrivano altri 2 Predazzani Agnese con Luigino. Ci facciamo 2risate con la foto e ripartiamo con Giancarlo, in compagnia ricominciamo la salita. A Capriana troviamo Elena anche lei a salutarci altra foto e via. A Molina di Fiemme imbocchiamo la salita che porta a Cavalese a metà via troviamo Mauro con i figli che ci vogliono fare delle riprese, e avanti fino a Predazzo. Mauro ci aveva chiesto se andavamo in piazza a fare una foto e appena arrivati ci troviamo davanti a un sacco di persone che ci vogliono festeggiare, rimaniamo sorpresi, c’erano pure i nostri parenti e le autorità, il sindaco Maria Bosin, l’assessore al turismo Giuseppe Facchini, l’assessore allo sport Roberto Dezulian e l’assessore Chiara Bosin. Finito tutto rientriamo a casa dove sul cancello troviamo degli striscioni con l’arrivo i nostri amici e i nostri figli a festeggiarci. Questa avventura lascierà un segno per sempre nella nostra vita non ci saremmo mai aspettato tutto questo. Un grazie a Mauro e famiglia per tutto ciò che hanno fatto per noi e per la comunità, un grazie a tutti coloro che ci sono stati vicini in questi giorni. Un grazie a Dario e walter Stocchero per averci preparato questo tandem e un grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato durante il viaggio, un pensiero anche a voi Gino Gasparre e Giuseppe e che l’amicizia ci tenga legati. Grazie a Livio Scomazzon e al team Stocchero per tutto ciò che hanno fatto, e ci sentiremo al più presto per festeggiare. Un esperienza così tiene legate tante persone senza nessun vincolo d’interesse ed è proprio per questo che si creano nuove amicizie vere, che valgono molto più di tante parole. Grazie Alessandro e Paola

—————————————0————————————-

Aggiungiamo noi un grazie speciale a questa coppia di sposi davvero formidabile che in soli 13 giorni si sono pedalati in tandem tutto lo stivale dalla Sicilia al Trentino, per la loro disponibilità a condividere con tutti noi questa bella avventura. Un grazie anche a suor Delia Guadagnini, sorella di Alessandro,  che dalla sua missione in Congo ci aveva segnalato questo viaggio in tandem alcuni giorni prima della loro partenza.

Il tandem di Alessandro e Paola è stato “scortato” dalla valle di Cembra in poi da 3 ciclisti di Predazzo che li hanno attesi e accompagnati fino all’arrivo, mentre in alcuni paesi di Fiemme abbiamo incontrato delle persone che sapevano ed attendevano il loro passaggio.

Un grazie speciale anche a tutte le persone che a vario titolo hanno reso possibile il loro arrivo a sorpresa nella piazza di Predazzo con tutte le autorità presenti ed oltre 60 amici e conoscenti che hanno voluto esserci per  applaudire questa loro impresa in un clima di genuina festa.

ARRIVO A PREDAZZO giro italia in tandem catania predazzo arrivo 23.3 1024x697 Il Giro dItalia in Tandem di Alessandro e Paola arriva a Predazzo

 

CARTINA GIRO D ITALIA IN TANDEM 23.3.13 1024x562 Il Giro dItalia in Tandem di Alessandro e Paola arriva a Predazzo

cartina coppia in tandem 9 tappa pesaro predazzo blog 1024x516 Il Giro dItalia in Tandem di Alessandro e Paola arriva a Predazzo

cartina coppia in tandem 5 tappa sicilia calabria puglia predazzo blog Il Giro dItalia in Tandem di Alessandro e Paola arriva a Predazzo

CONTINUA DAGLI AGGIORNAMENTI PRECEDENTI: 

1 -VEDI PARTENZA DA CATANIA E SUD ITALIA – CRONACA E FOTOGALLERY

2 – CENTRO E NORD ITALIA  - CRONACA E FOTOGALLERY

coppia in tandem catania predazzo alessandro e paola predazzoblog Il Giro dItalia in Tandem di Alessandro e Paola arriva a Predazzo

 

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

3 Commenti

  1. Moreno

    23 marzo 2013 at 13:11

    Ciao a tutti oggi dopo un bel pò di tempo ho incontrato Alessandro e Paola , quando li ho visti arrivare in quel di Lavis, un brivido mi ha attraversato tutto il corpo,vederli pedalare cosi sincronizzati, ad un passo veloce è stata un’emozione cosi grande che non provavo da molto tempo, non potete immaginare.Si sono fermati giusto per una piccola pausa,il tempo di scambiare due parole di cambiasrsi le maglie ,e prepararsi per ripartire, l’ultima tappa è la più faticosa Lavis -Predazzo in questo momento stanno pedalando verso la val di Cembra. Siete forti vi abbraccio forte .Moreno.Grazie per le parole che mi hai dedicato sulla cartolina. Vi voglio bene.

  2. Delia Guadagnini

    24 marzo 2013 at 12:29

    Che gioia vedere oggi tutte le foto!!! Che accoglienza!!! Un grazie di cuore a Mauro, a tutta la Società Stocchero e a tutto il Congo che vi ha spinto verso casa!!!
    La prossima sarà da queste parti, vi aspettiamo!
    E ora godetevi un meritato riposo e ringraziamo Dio che vi ha protetto, e tutte le persone che vi hanno sostenuto!
    Un forte abbraccio, Delia

  3. claudia

    21 aprile 2014 at 16:27

    Ciao!!
    Vorrei fare un viaggio con il mio ragazzo..
    ma non sono mai stata in mtb..mentre lui si, è la sua passione, devo allenarmi e cerco persone come voi per farmi una idea di cosa mi aspetta..
    avete una email o facebook per poterci confrontare? :)
    Saluti cari e tantissimi complimenti!!!
    Claudia

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi