Inviolabilità e legittima difesa, raccolta firme nei Comuni

Da il 31 marzo 2016
ladri in casa

Questo articolo è già stato letto 31733 volte!

La proposta di legge di iniziativa popolare prevede l’aumento della pena per chi si introduce nel domicilio, che dentro la propria abitazione ci si possa difendere come si vuole e quindi che non sia possibile essere denunciati per eccesso di legittima difesa e che non sia mai previsto un risarcimento del danno per il ladro.

E’ possibile firmare fino a tutto maggio – presso l’Ufficio Segreteria, Municipio o Anagrafe del proprio comune di residenza per un referendum di iniziativa popolare sulla legittima difesa della casa e dei beni.

La proposta di legge lanciata da Italia dei Valori, prevede il potenziamento della tutela della persona che difende la propria casa, i propri beni ed i propri cari. Tra i punti più rilevanti rientra la previsione di negazione del risarcimento danni al ladro per eventuali lesioni ad esso causate (o agli eredi in caso di decesso).

Per firmare sono richieste unicamente carta di identità in corso di validità e residenza nel comune dove si intende firmare.

A Predazzo si può firmare presso l’Ufficio Anagrafe, a Cavalese e negli altri Comuni presso l’ufficio di segreteria. 

ladri in casa Inviolabilità e legittima difesa, raccolta firme nei Comuni

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Un Commento

  1. Rasi Katiuscia

    5 aprile 2016 at 07:48

    Il comune di Vertemate con Minoprio in prov.di Como non ne sa niente, non gli è arrivata nessuna comunicazione e per tanto non ha i moduli per poter far firmare tutti i cittadini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi