La Rosa Bianca di Cavalese: 60 anni di costituzione

Da il 11 gennaio 2009

%name La Rosa Bianca di Cavalese: 60 anni di costituzioneCAVALESE – L’Istituto Superiore «La Rosa Bianca» di Cavalese ha presentato recentemente una pregevole pubblicazione, intitolata «Da sudditi a cittadini-Quando nasce la Costituzione». Un lavoro promosso e coordinato dal professore Francesco Pugliese ( nella foto ), insegnante di discipline giuridiche ed economiche che, assieme agli studenti, ha già curato altri lavori particolarmente significativi come «La Magnifica Comunità di Fiemme», «Sulla pena di morte», «Quando Pipo volava», «Guida al Museo di nonno Gustavo» e «I racconti del premio Metello». Ora questa nuova iniziativa editoriale, «maturata» sottolinea Pugliese «nell’ambito di un progetto didattico sulla Costituzione, in occasione del sessantesimo anniversario della sua entrata in vigore. Un percorso concluso con un apprezzato spettacolo teatrale, scritto ed interpretato dagli studenti delle classi terza C e terza F del Liceo delle Scienze Sociali». Il volume, oltre al copione dello spettacolo, contiene una dettagliata cronologia dei fatti dal 1848 al 2008, ampi stralci di alcuni interventi alla Costituente (Concetto Marchesi, Amintore Fanfani, Nilde Iotti, Piero Calamandrei, Giuseppe Di Vittorio, Meuccio Ruini e Umberto Terracini), una lettera di Sandro Pertini, scritta nel gennaio del 1988, alcune annotazioni particolarmente significative degli studenti dopo un viaggio a Marzabotto, una serie di disegni degli stessi studenti sulla Costituzione, una nota di Pugliese, che richiama i valori portanti di un documento dal quale discende tutto l’ordinamento giuridico del nostro paese, altri documenti e infine il testo della Costituzione. Un lavoro di fondamentale importanza. «Parlare di Costituzione e continuare a farlo con i giovani assume un significato formativo sempre più pregnante» scrive nella presentazione del volume il dirigente scolastico Lorenzo Biasiori . «Vuol dire affondare lo sguardo nelle radici di una identità comune, non solo con l’ottica storiografica della ricostruzione del passato, ma anche con la passione etica e civile di un rinvigorimento valoriale». Dunque una occasione ideale di crescita e di maturazione civile colta al volo dagli studenti coinvolti, la cui risposta è stata puntuale, partecipe e convinta. M. F.

Questo articolo è già stato letto 1534 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi