Le emozioni della ferrovia di Fiemme con Transdolomites

Da il 7 dicembre 2015
transdolomites a predazzo 9.12.15

Mercoledì 9 dicembre ore 18.30 Sala Consiliare Municipio.

“ Quanto volte , in quell’ultima estate del ’62 mi recai con qualche amico a ..” trovare” la stazioncina di Ziano . Qualche volta ci capitava , da lontano, di vedere il treno passare. Una sola volta, correndo, riuscii a fotografarlo mentre attraversava la strada vicino alla segheria . In realtà , lui , non passava mai, non passava quasi più!! Così alla stazione, impresenziata e chiusa tranne che nei rari momenti di arrivo di un convoglio , salivamo sulle garitte per i frenatori dei carri merce in via di disfacimento, ci impregnavamo le narici dell’odore del creosoto delle traversine, saltavamo da un binario all’altro, cercavamo di vedere come si azionava la marmotta di uno scambio a mano ( ma erano tutti, giustamente bloccati) e sbirciavamo dentro i vetri della biglietteria. L’erba cresceva , sempre più incontrollata, ovunque”

“  Fu proprio quell’estate del ’63 che , scattando un giorno  delle foto con la mia macchinetta Comet  ai binari ormai abbandonati e arrugginiti della stazione di Ziano , vidi un signore un po’ anziano che apriva la porta dell’edificio ormai abbandonato. Chiesi di poter entrare , ero curioso! Dentro , era ancora tutto in ordine, come se la linea fosse operativa. Nel piccolo androne d’attesa , lindo e ordinato, mancavano i passeggeri seduti sulla panca; nella biglietteria, la macchina per emettere e punzonare i piccoli biglietti di cartoncino ara ancora lì, come pronta all’uso; ordinati, c’erano piccoli attrezzi da stazione , ricordo delle chiavi-credo quelle per gli scambi-appese, un oliatore, una lanterna. E vidi, buttato da una parte , il “ Libretto del Regolamento per l’Esercizio della Ferrovia Elettrica della Val di Fiemme” ! Molto interessante ! Chiesi di poterlo vedere, ed iniziai lentamente a sfogliarlo.Probabilmente , avevo uno sguardo talmente interessato  e così “supplicante” che il signore-a questo punto penso fosse l’ex  “assuntore” di Ziano – mi disse ; “ Lo vuoi? Te,lo puoi tenere.Tanto non serve più a nulla”

I protagonisti di questa storia vera sono  “ l’assuntore Giuseppe Vanzetta “ di Ziano e un ragazzino di nome Luigi Guarrera di origini pugliesi che con i suoi genitori ogni  anno veniva in Val di Fiemme a trascorre le vanacze con la sua famiglia.

Ora Luigi lavora per la Regione Puglia a Roma, è giornalista e collabora con la Commissione Europea nel settore agricoltura.

Ed è grazie alla passione di Luigi Guarrera ed al ricordi che lo legano al Treno della Val di Fiemme,  che il libretto donatogli  da Giuseppe Vanzetta  è  “ sopravvissuto” sino ai nostri giorni.

Questo ci ha  permesso  di promuovere  alla stampa della copia anastatica che mercoledì 9 dicembre a Predazzo ore 18,30 nella Sala Consigliare del Municipio di Predazzo, con il Patrocinio del Comune  di Predazzo, verrà presentata in prima assoluta alla popolazione.

Per l’occasione , oltre a Luigi Guarrera , saranno presenti  Mario Forni, esperto delle  ferrovie storiche del Trentino, Paolo Corrà, che si fa chiamare  “appassionato della ferrovia della Val di  Fiemme”.

Sarà una serata che presenterà questa pubblicazione con molta probabilità unica  per quanto riguarda i ricordi della Ora-Predazzo e la serata sarà animata dai racconti di Paolo Corrà tratti dalla pubblicazione in questione.

E’ un libro “ vivo” perché ciò che emoziona è notare   le sottolineature  da parte di Giuseppe Vanzetta all’interno di alcune pagine del libretto. E’ insomma un libro vissuto  che nella ristampa  è stato integrato con le prefazioni a cura di Luigi Guarrera, Mario Forni e Massimo Girardi per Transdolomites.

Durante la serata il libretto si potrà acquistare .

 Massimo Girardi

transdolomites a predazzo 9.12.15 Le emozioni della ferrovia di Fiemme con Transdolomites

Questo articolo è già stato letto 59473 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi