Leandro Morandini, una prospettiva nuova per il Trentino

Da il 11 ottobre 2013
leandro morandini predazzo civica trentina elezioni provinciali 2013

Questo articolo è già stato letto 30534 volte!

- Articolo Sponsorizzato -

Leandro Morandini, 40 anni, residente a Predazzo Funzionario presso il Servizio Europa della P.A.T.

 Laureato in Giurisprudenza all’Università di Trento, con una tesi sul diritto dell’Unione Europea

  • Presidente Consiglio Comunale di Predazzo
  • Segretario comunale

leandro morandini predazzo civica trentina elezioni provinciali 2013 Leandro Morandini, una prospettiva nuova per il Trentino

Gentile elettrice, caro elettore

Mi presento, sono Leandro Morandini, ho 40 anni e sono residente a Predazzo.
Mi sono laureato in Giurisprudenza all’Università di Trento, con una tesi sul diritto dell’Unione Europea.

Dopo aver conseguito l’abilitazione a segretario comunale, ho superato un concorso pubblico come funzionario per la Provincia Autonoma di Trento, ed ho iniziato ad occuparmi di sviluppo locale, e di investimenti per le imprese nel campo dell’agricoltura, turismo, artigianato, commercio ed industria.
Attualmente lavoro presso il Servizio Europa della P.A.T., e mi occupo di investimenti nel campo della ricerca (ICT), del risparmio energetico e dello sviluppo locale.

Faccio parte del nucleo provinciale di controllo istituito per verificare il corretto utilizzo dei contributi europei (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) da parte di imprese e Comuni.

Esperienza amministrativa

Nel maggio del 2010 sono stato eletto consigliere comunale a Predazzo, in una lista civica.
Attualmente rivesto la carica di Presidente del Consiglio comunale.

Valori in cui credo

l’AUTONOMIA, del Trentino e dello Statuto Speciale, ma anche l’autonomia di pensiero;

• la LIBERTÀ (responsabile, non l’anarchia) degli individui e delle loro forme associative  (impresa, volontariato, associazionismo). Lo “Stato” deve creare le condizioni affinché il privato possa esprimere le proprie capacità ed aspirazioni. Per dirla con le parole di Alcide Degasperi, lo Stato deve “aiutare a fare”, non ostacolare l’iniziativa dei cittadini.

il MERITO: devono essere premiate le capacità e l’impegno, non le tessere di partito;

la SOLIDARIETÀ verso chi ha veramente bisogno, a condizione che non se ne approfitti e che rispetti le regole. L’assistenzialismo buonista non mi è mai piaciuto.

il LAVORO: con la disoccupazione giovanile al 25% (mai così alta in Trentino), e un numero sempre maggiore di aziende in difficoltà, il lavoro è la vera “sfida” del futuro;

il RISPETTO delle persone, dell’ambiente, della storia e della cultura dei territori;

la PARTECIPAZIONE dei cittadini alla vita ed alle scelte politiche. Basta con la politica dell’uomo solo al comando.

l’ALLEANZA TRA LE GENERAZIONI: perché, insieme, l’entusiasmo dei giovani e l’esperienza dei meno giovani possono costruire un futuro migliore.

Perché ho accettato di candidarmi nella lista “CIVICA TRENTINA”

Perchè in CIVICA TRENTINA ho ritrovato molte delle mie idee, la volontà di cambiare quello che non funziona e la possibilità di farlo. In particolare…..

• il Trentino ha bisogno di liberarsi dal giogo della vecchia politica e dei vecchi politici che “governano” ininterrottamente da decenni. La democrazia è anche alternanza.

• lo sviluppo (sostenibile) delle Valli del Trentino deve nascere da scelte condivise con la popolazione locale e non da imposizioni calate dall’alto. NO a “Metroland”, SÌ a forme di mobilità rispettose del territorio e dell’ambiente (e utili per l’economia),come ad es. il treno delle Valli dell’Avisio;

• c’è bisogno di difendere gli ospedali periferici, che vanno valorizzati non svuotati di reparti e servizi. Il personale medico e infermieristico deve rimanere presente ed attivo su tutto il territorio provinciale (l’elicottero può essere utile per velocizzare gli spostamenti ma non può sostituire il prezioso lavoro svolto dal personale sanitario).

• bisogna ridurre i costi della politica e della pubblica amministrazione: 217 comuni, 16 Comunità di Valle (con assemblee che arrivano a contare fino a 99 componenti, più del Bundesrat della Repubblica Federale Tedesca!), oltre 200 tra Dipartimenti, Servizi e uffici provinciali, 49 tra Enti, Agenzie, Fondazioni e Società partecipate dalla Provincia…. sono un lusso che non ci possiamo più permettere e che ci rende odiosi agli occhi dei nostri “vicini” delle altre regioni, mettendo a rischio l’Autonomia;

• le risorse finanziarie del Trentino (sempre più risicate) devono essere investite per garantire servizi in Trentino (sanità, sociale, istruzione, ambiente, ricerca del lavoro e sostegno all’occupazione…) non per realizzare investimenti (a dir poco, discutibili) come ad esempio il centro di ricerca “provinciale” sui monti della Tanzania o il centro sociale in Cina;

• occorre sostenere la cura e l’assistenza delle persone non autosufficienti, sia consentendo la permanenza nel proprio ambiente di vita famigliare, sia attraverso l’accoglienza in strutture adeguate (e con rette/costi sostenibili per i famigliari);

• la semplificazione delle norme e delle procedure amministrative è indispensabile per non opprimere cittadini ed imprese. Tante “carte” potrebbero essere evitate con un uso intelligente delle nuove tecnologie (ad es. mettendo in rete le banche dati delle varie amministrazioni pubbliche) e semplificando la documentazione, in modo da concentrare le risorse sui progetti concreti e non sulla burocrazia.

Per poter fare tutto questo (e molto altro) occorre cambiare la classe politica trentina, ripartendo dal territorio, dalla buona amministrazione, dal senso civico dei trentini, ….. da
CIVICA TRENTINA appunto!
Se vuoi contattarmi, scrivi a leandro.morandini@virgilio.it

leandro morandini predazzo civica trentina elezioni provinciali 2013 lato b Leandro Morandini, una prospettiva nuova per il Trentino

civica trentina a predazzo con mosna Leandro Morandini, una prospettiva nuova per il Trentino

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi