Manovra anticrisi: L’aiuto dal Fondo Sociale Europeo

Da il 7 marzo 2009

immagine1 Manovra anticrisi: L’aiuto dal Fondo Sociale EuropeoOltre agli interventi con contenuto formativo e destinati allo sviluppo delle competenze professionali dei lavoratori, è stato disposto l’avvio di una specifica azione destinata all’erogazione di voucher di servizio per rendere possibile la conciliazione fra tempi di lavoro e tempi di custodia/educazione dei figli (dai 3 mesi ai 16 anni), rivolti a donne e uomini residenti in provincia di Trento e con figli minori.
I voucher di servizio, o buoni di servizio o di accompagnamento, comunque li si voglia, chiamare, sono titoli di spesa messi a disposizione dalla Provincia autonoma di Trento con il cofinanziamento del Fondo sociale europeo (Delibera G.P. n°185 del 30.01.2009), per conciliare impegni di lavoro e impegni familiari di cura dei figli.
Il loro valore, compreso tra 900 e 1500 euro per ciascun buono di servizio, viene calcolato in base all’ICEF (Indicatore della Condizione Economica Familiare) del nucleo familiare e, a parità di ICEF, prevalgono condizioni di svantaggio (nucleo familiare monoparentale, malattia certificata del figlio per un periodo superiore a 6 mesi, orari di lavoro meno concilianti con l’attività di cura dei figli, presenza di minori in affido).
I buoni consentono di acquisire servizi di cura ed educativi per minori dai 3 mesi ai 16 anni in forma complementare rispetto all’offerta istituzionale di servizi di educazione e cura di minori già presente sul territorio provinciale, con l’intento di favorire la diffusione di elementi di maggiore flessibilità rispondendo così in maniera più adeguata alle richieste delle famiglie. In particolare in orario extrascolastico, nei periodi di vacanza o nelle aree del Trentino carenti di servizi istituzionali dedicati (ad esempio: tardo pomeriggio, sera, week-end, periodo natalizio, vacanze estive, assenza di offerta di servizi dedicati istituzionali sul territorio ecc.).
Tutti i servizi devono essere erogati da strutture inserite nell’elenco dei soggetti erogatori di servizi acquisibili con buoni di servizio visionabile on line sul sito www.fse.provincia.tn.it, in Area Utenti, Buoni di Servizio. La domanda di buono va presentata alla Struttura Multifunzionale Territoriale di Via Pranzelores, 75 a Trento o in una delle sedi decentrate della medesima struttura.

Provincia Autonoma di Trento – comunicato stampa n° 568 del 06/03/2009

Questo articolo è già stato letto 1879 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi