Marcialonga Running 7° ed. 6 settembre 2009 – Classifiche

Da il 6 settembre 2009

Carlin Gruppo Marcialonga Running 7° ed. 6 settembre 2009   ClassificheMASSIMO LEONARDI E MARINELLA CURRELI
FIRMANO LA MARCIALONGA RUNNING 2009

-I corridori africani piegati dal fassano nella gara di casa
-Bella lotta tra le donne, vince la Curreli su Ballarini e Carlin
-Jakoubek e Dossi sono i vincitori della Combinata Punto3 Craft
-Donato Donati e Anna Boniolo nel campionato mondiale medici

Alla settima edizione della Marcialonga Running tornano a sventolare alti i colori azzurri. E quelli trentini in particolare. Le ultime due edizioni della gara nelle valli di Fassa e di Fiemme sono state vinte dalle “gazzelle” africane, ma oggi il primo a tagliare il traguardo di Cavalese è stato Massimo Leonardi che, davanti al pubblico di casa – lui è di Moena – è riuscito a tenere a bada i quotati marocchini Saaid Ribag e Hicham Elbarouki e il keniano David Ngeny Cheruiyot, giunti all’arrivo in quest’ordine. Al femminile la corsa è stata dominata dalla “piccola grande” Marinella Curreli che ha così bissato la vittoria dello scorso anno, lasciando ancora una volta “a bocca asciutta” l’antagonista Federica Ballarini, seconda come nel 2008, e l’altra trentina, vincitrice delle edizioni 2006 e 2007, Monica Carlin, terza alla fine.
Una giornata tipicamente settembrina ha accolto stamattina gli oltre 1.500 runners al via dal piazzale del Centro Navalge di Moena. Sole e cielo terso quindi, con le imponenti cime dolomitiche a fare da sfondo e l’aria frizzante della montagna ad accompagnare le prime sgambate dei corridori.
Pronti via e in testa al lungo serpentone all’uscita di Moena si portavano quelli che sono stati poi i protagonisti più avanti. Al gruppetto composto da Ribag, Elbarouki, Cheruiyot, Bonelli e Leonardi, erano sufficienti pochi chilometri per staccare tutti e cominciare la “loro” Running. Lo spugnaggio di Predazzo infatti, con un terzo di gara messo già alle spalle, vedeva i primi giungere con circa mezzo minuto sul gruppone di inseguitori, che iniziava a “sfilacciarsi”, come è prevedibile in una corsa che in totale misura 25,5 km (poco più di una mezza maratona) e che raccoglie sempre le simpatie di un grandissimo numero di amatori di ogni età, sesso e provenienza. Tra i concorrenti di oggi infatti, si spaziava tra i 19 anni del runner più giovane e i 79 del più anziano, con atleti accorsi in Trentino da ben 11 nazioni, oltre agli italiani, giunti alla Running da 45 diverse province. Perché lo spirito Marcialonga è anche questo, non solo agonismo ma anche tanta voglia di gareggiare con sé stessi, misurarsi con lo splendido tracciato che ricalca in parte quello della “sorella maggiore” invernale e trascorrere una piacevole domenica insieme a tanti appassionati.
Dopo Predazzo il tracciato proseguiva in leggera discesa lungo la pista ciclabile verso Ziano di Fiemme, Panchià e Lago di Tesero, dove si è attraversato quel centro del fondo reso celebre dai Mondiali di sci nordico del 1991 e del 2003 e che tornerà ad ospitare i campioni degli sci stretti nell’appuntamento iridato del 2013 (il terzo in Val di Fiemme in poco più di vent’anni). Erano trascorsi 18 km dal via e Massimo Leonardi faceva l’andatura, con i due marocchini e Cheruiyot sempre incollati alle scarpette del trentino.
Tra le donne, la Curreli aveva staccato le dirette avversarie già prima di Predazzo e a tenere il passo, con almeno una ventina di secondi di distacco, era solo la Ballarini, con la Carlin e la romana Gegia Gualtieri ad inseguire più staccate.
A Masi di Cavalese c’era il traguardo della mezza maratona che il quartetto di testa tagliava dopo 1h05’22”, pronti poi ad imboccare la salita finale, sempre cruciale ai fini della classifica, verso Viale Mendini a Cavalese. Un’ascesa di circa 4 km con gran parte in sterrato, che può tagliare le gambe, come è successo al keniano Cheruiyot –forse affaticato dopo la prima parte di gara – ma che può far esaltare chi la sta affrontando, come è accaduto a Leonardi il quale, acclamato da un grande tifo, è riuscito a “bruciare” con un paio di allunghi i due marocchini e ad andare a prendersi la tanto meritata corona d’alloro (che in verità è di abete bianco), dopo 1h20’59” di gara.
Dopo circa un quarto d’ora dall’arrivo di Leonardi, ecco che un nuovo coro di entusiasmo accoglieva la prima donna che appariva nel centro di Cavalese. E non poteva essere che la sarda Curreli, che finalmente dopo 1h37’11” di corsa poteva lasciare sfogo ad un bel sorriso di soddisfazione per il suo secondo oro consecutivo alla Running.
A salutare i vincitori oggi a Cavalese c’era anche l’oro olimpico di Atlanta 1996 Yuri Chechi, testimonial di Plakkontrol, uno dei partner della Marcialonga Running, visto che la gara anche quest’anno era valida come Campionato Mondiale per laureati in medicina e odontoiatria. E a laurearsi campioni 2009 sono stati il trentino Donato Donati, classe 1959, e la fisiatra vicentina Anna Boniolo.
La Marcialonga Running decretava oggi anche i vincitori della speciale combinata “Craft Punto3”, autentica gara nella gara, che somma i tempi di percorrenza dei tre “capitoli” Marcialonga, ovvero la granfondo invernale, la Cycling di fine maggio e la Running, appunto. Sul gradino più alto di questo speciale podio sono saliti il ceco Tomas Jakoubek (tempo totale delle tre gare 7h02’56”) e la trentina Marcella Dossi (tempo totale 9h30’13”).
Durante la mattinata, lungo gli ultimi 600 metri di percorso nel centro di Cavalese i piccoli runners (dai 6 ai 12 anni) hanno animato la Mini Running con la grande soddisfazione di aver corso “al fianco” dei loro miti della Marcialonga.
Vuoi per la splendida giornata di sole e vuoi soprattutto per un’organizzazione ancora una volta impeccabile da parte del comitato Marcialonga di Alfredo Weiss, questa settima edizione della Marcialonga Running è stata l’ennesimo successo, che lancia ora “la palla” alla granfondo del prossimo 31 gennaio che, con i suoi oltre 2.000 iscritti ad oggi (quasi 5 mesi prima della gara), non potrà che essere un nuovo grande trionfo.
Info: www.marcialonga.it
Classifica Maschile
1) Leonardi Massimo (Atl. Valle Brembana) 1:20.59,5; 2) Ribag Saaid (Hyppodrom 99 Pontoglio) 1:21.22,1; 3) Elbarouki Hicham (Hyppodrom 99 Pontoglio) 1:21.50,3; 4) Cheruiyot David Ngeny (Kenya) 1:22.53,6; 5) Milesi Davide (G.S. Orobie) 1:23.40,8; 6) Pinamonti Adriano (Atl.  Valli Di Non E Sole) 1:26.04,6; 7) Prandi Mario (Asgp A.T.P. Torino Maratona) 1:26.20,4; 8) Vuerich Alessandro (U.S. Dolomitica) 1:26.26,3; 9) Quarta Luca (Atl. Trento Cmb) 1:27.12,9; 10) Bonelli Angelo (Us Cermis Masi) 1:28.08,6

Classifica Femminile
1) Curreli Marinella (C.U.S. Sassari) 1:37.11,0; 2) Ballarini Federica (S.A. Valchiese) 1:37.56,4; 3) Carlin Monica (Brema Running Team) 1:41.17,3; 4) Gualtieri Gegia (C.S. Esercito) 1:42.08,9; 5) Borzani Lisa (Atletica Asi Veneto) 1:43.58,0; 6) Lorenzi Sonia (A.Atl.Dolomiti Belluno) 1:44.00,2; 7) Orlandi Maria Cristina (G.S. Casa Modena) 1:44.35,9; 8) Boniolo Anna (Atletica Brugnera) 1:46.10,2; 9) Bettin Loretta (Atletica Trento) 1:46.42,6; 10) Zanoner Rosalia (Atl. Trento Cmb) 1:48.45,4
 

06.09.2009

xls

Classifica Marcialonga Running

men

ladies

06.09.2009

xls

Campionato Mondiale Medici Odontoiatri

men & ladies

06.09.2009

xls

Combinata

www.newspower.it

Questo articolo è già stato letto 2081 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi