Nuova sciagura in Valle di Fiemme, due morti sotto la valanga sul Lagorai. Le vittime sono Claudio Ventura e Antonio Gianmoena, entrambi della Valle di Fiemme.

Da il 5 gennaio 2013

A poche ore dalla strage del Cermis, una valanga si è staccata nella zona di Molina di Fiemme, travolgendo e uccidendo due scialpinisti. Le vittime sono Claudio Ventura e Antonio Gianmoena, entrambi della Valle di Fiemme.

L’allarme è scattato solo alle 20 di ieri sera, quando i familiari non li hanno visti rientrare.

I due scialpinisti erano partiti ieri mattina dal Ponte delle Stue, diretti verso la valle delle Stue. L’ultima volta che i familiari li hanno sentiti erano circa le 11, quando i due erano arrivati a Cima Becco.

Da quel momento non si sono avute più notizie. i soccorritori, come detto, hanno recuperato i corpi in tarda serata, quando, durante le operazioni di ricerca, hanno visto spuntare un paio di sci dalla neve. Ventura e Gianmoena sono stati travolti da una valanga, mentre stavano percorrendo un tratto sopra Lago delle Buse. http://trentinocorrierealpi.gelocal.it

ponte stue lagorai sci alpinismo valanga fiemme Nuova sciagura in Valle di Fiemme, due morti sotto la valanga sul Lagorai. Le vittime sono Claudio Ventura e Antonio Gianmoena, entrambi della Valle di Fiemme.

pala del becco lagorai ziolera cima delle buse montalon stellune fiemme inverno Nuova sciagura in Valle di Fiemme, due morti sotto la valanga sul Lagorai. Le vittime sono Claudio Ventura e Antonio Gianmoena, entrambi della Valle di Fiemme.

cima stellune inverno lago stellune per lago buse Nuova sciagura in Valle di Fiemme, due morti sotto la valanga sul Lagorai. Le vittime sono Claudio Ventura e Antonio Gianmoena, entrambi della Valle di Fiemme.

20130106 082655 Nuova sciagura in Valle di Fiemme, due morti sotto la valanga sul Lagorai. Le vittime sono Claudio Ventura e Antonio Gianmoena, entrambi della Valle di Fiemme.

Aggiornamenti qui http://www.valledifiemme.it/?p=4889

Questo articolo è già stato letto 4547 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

2 Commenti

  1. cesare

    6 gennaio 2013 at 00:29

    Due giornate consecutive di lutto per la Val di Fiemme. E’ incredibile come le disgrazie, quando incominciano, non restino mai sole!
    Sembra un incredibile destino!
    R.I.P.

  2. red fidenza

    6 gennaio 2013 at 15:14

    Vivere
    è passato tanto tempo
    Vivere!
    è un ricordo senza tempo
    Vivere
    è un po’ come perder tempo
    Vivere…..e Sorridere!…….
    VIVERE!
    è passato tanto tempo
    VIVERE!
    è un ricordo senza tempo
    VIVERE!
    è un po’ come perder tempo
    VIVERE….e Sorridere dei guai
    così come non hai fatto mai
    e poi pensare che domani sarà sempre meglio
    OGGI NON HO TEMPO
    OGGI VOGLIO STARE SPENTO!

    Vivere!
    e sperare di star meglio
    Vivere
    e non essere mai contento
    Vivere
    come stare sempre al vento
    VIVERE!……COME RIDERE!!!

    VIVERE!
    anche se sei morto dentro
    VIVERE!
    e devi essere sempre contento!
    VIVERE!
    è come un comandamento
    VIVERE….. o SOPRAVVIVERE….
    senza perdersi d’animo mai
    e combattere e lottare contro tutto contro!…..
    OGGI NON HO TEMPO
    OGGI VOGLIO STARE SPENTO!…..

    VIVERE
    e sperare di star meglio
    VIVERE VIVERE
    e non essere mai contento
    VIVERE VIVERE
    e restare sempre al vento a
    VIVERE…..e sorridere dei guai
    proprio (così) come non hai fatto mai
    e pensare che domani sarà sempre meglio!!!!!

    ciao ragazzi buona fortuna… vajas con Dios

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi