OLIMPIADI 2010, sci Alpino: “dal Ghana a Vancouver passando per la Val di Fiemme.”

Da il 26 gennaio 2010

98201133.optim OLIMPIADI 2010, sci Alpino: “dal Ghana a Vancouver passando per la Val di Fiemme.”SCI ALPINO: “LA PRIMA VOLTA DEL GHANA”Un leopardo a Vancouver. Con la sua tuta maculata Kwame Nkrumah Acheampongsarà il primo sciatore ghanese a partecipare all’Olimpiade invernale. Il sogno si realizza dopo soli quattro anni di allenamenti sulle piste da sci della Val di Fiemme, fra le Dolomiti del TrentinoQuattro anni di allenamenti sulle piste da sci alla Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino, hanno permesso allo sciatore del Ghana Kwame Nkrumah Acheampong di realizzare il suo sogno olimpico.Sarà lui il primo sciatore ghanese a prendere parte alle Giochi Olimpici di Vancouver 2010, ma potrebbe anche essere l’unico esponente di tutto il territorio africano. Il 35 enne, nato in Scozia e cresciuto nella capitale ghanese Accra, è salito sugli sci per la prima volta a 30 anni.Kwame, battezzato dalla stampa inglese “Il leopardo delle nevi”, sfilerà con la bandiera del Ghana e la sua tuta leopardata alla Cerimonia d’apertura delle Olimpiadi il 12 febbraio 2010. Quindi, prenderà parte allo slalom gigante il 21 febbraio e allo slalom il 27. Ma lo vedremo apparire anche alla cerimonia di chiusura del 28 febbraio.L’atleta ghanese fu escluso per un soffio dai Giochi di Torino 2006 ma in quell’occasione riuscì a respirare il clima olimpico nelle vesti di testimonial di Medici Senza Frontiere.snowleopard OLIMPIADI 2010, sci Alpino: “dal Ghana a Vancouver passando per la Val di Fiemme.”Dietro la voglia di partecipare alla rassegna a cinque cerchi canadese, c’è il desiderio di portare lo sci anche all’equatore. Infatti, Kwame Nkrumah Acheampong ha fondato lo Ski Team del Ghana, sostenendo che “anche i giovani africani hanno diritto di vivere emozioni di neve praticando le discipline sportive invernali”. Per Vancouver ha disegnato lui stesso la tuta da sci, rigorosamente maculata e made in Pakistan. Ogni macchia di leopardo è sponsorizzata. Kwame, laureato in management turistico, ha pensato di vendere i piccoli spazi ai suoi fans che potranno vedere stampato il proprio nome al costo di 5 pounds. L’iniziativa servirà a raccogliere un modesto contributo per il suo Ski Team.Sposato e padre di due figli, Kwame approda a Vancouver con un solo grande proposito, quello di onorare la sua bandiera con un tempo decente.La storia dei bobbisti giamaicani sembra aver aperto la strada a qualcosa di più di un pettorale visibile, all’idea che gli sport invernali possano aprirsi anche alle nazioni dove la neve non è stata mai vista.inset kwameindwabor OLIMPIADI 2010, sci Alpino: “dal Ghana a Vancouver passando per la Val di Fiemme.”LA STORIA DI KWAME NKRUMAH ACHEAMPONGKwame Nkrumah Acheampong è nato il 19 dicembre 1974 a Glasgow (Scozia) e in tenera età è tornato in Africa. Ha vissuto nel Ghana, in Zambia e in Nigeria. Studente modello all’Università per il turismo, giocatore di tennis e centometrista, Kwame ha visto la prima volta la neve nel 2000. Era la neve artificiale del centro sportivo indoor Planet Ice della cittadina inglese Milton Keynes dove lavorava alla reception. Approfittando delle lezioni gratuite per i dipendenti, nel 2003 ha provato a sciare nella piccola pista della struttura coperta. Nel 2004 ha potuto finalmente sciare su una vera pista da sci. Il desiderio di partecipare alle Olimpiadi Invernali di Torino 2006 lo ha spinto a chiedere ospitalità in Trentino per affinare la tecnica proprio sulle Dolomiti che hanno reso famoso il suo idolo Alberto Tomba, con il quale condivide una data importante: entrambi sono nati il 19 dicembre.Così, dal 17 novembre 2005, Kwame è ospite della Val di Fiemme e si esercita sulle piste dello Ski Center Latemar a Pampeago.Il team che accompagna Kwame a Vancouver:- allenatore: Denis Grigorev, Uzbeko- fisioterapista: Tim Allardyce, londinese- manager: Richard Harpham, scozzeseSito Internet: www.ghanaskiteam.comBeatrice Calamari e Anna VanzoUfficio Stampa Azienda per il Turismo Val di Fiemmeufficio.stampa@visitfiemme.itTel. 0462 241111www.visitfiemme.it

Questo articolo è già stato letto 2046 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi