Predazzo, aiuti alle famiglie bisognose, l’impegno dell’Associazione Bambi

Da il 22 aprile 2009

associazionebambi 500 Predazzo, aiuti alle famiglie bisognose, l’impegno dell’Associazione BambiPREDAZZO – 102.000 euro erogati alle famiglie bisognose di aiuto in cinque anni, da quanto l’associazione è nata, mentre altri 30.000 sono già stati destinati a nuovi aiuti nei primi mesi di quest’anno. È il dato più significativo emerso lunedì a Predazzo, all’assemblea annuale dell’associazione Bambi/Bambino Malato, nella sala consiliare del municipio. «Un’associazione in crescita, una realtà che prosegue, con una gran voglia di fare del bene» ha sottolineato nella sua relazione la presidente Daniela Zanon , che di Bambi, fin dalla nascita, è l’anima e la trascinatrice, con uno spirito, una determinazione ed una sensibilità fuori del comune. La presidente ha ricordato in sintesi le innumerevoli iniziative concretizzate nel 2008, serate, feste con i bambini, incontri, corsi, manifestazioni sportive, ringraziando tutti coloro che hanno dato una mano, enti pubblici e privati, in particolare il Consorzio autoriparatori di Fiemme e Fassa, sponsor fin dall’avvio di questa straordinaria esperienza di solidarietà, al quale si sono aggiunti strada facendo anche altri consorzi dell’intero Trentino. Particolare soddisfazione è stata espressa per la pubblicazione del libro di fotografie «Natura amore per la vita», presentato lo scorso 18 dicembre stampato in 3.100 copie, tutte vendute, con la necessità di una ristampa di altre 2.000. Da questa iniziativa, promossa con motivazioni esclusivamente benefiche, sono derivati introiti importanti per l’associazione, che ha potuto quindi muoversi in maniera efficace per nuove proposte di solidarietà. Lo conferma il bilancio del 2008, con entrate pari a 62.000 euro. Di grande significato anche il concerto prepasquale del coro «Le piccole colonne» di Trento, che ha permesso di raccogliere a Cavalese 1.680 euro (con altri 1.000 donati dagli amici di Verla), interamente destinati all’acquisto di quattro carrozzelle per i bambini. Un progetto nato a Predazzo, da alcune mamme di scolari delle scuole elementari ed intitolato «Nessuno ci ferma». Bambi – ha aggiunto ancora Daniela Zanon, affiancata dal vicepresidente Valentino Ventura e dalla pediatra Margherita Marzatico – «vuole riflettere sui veri valori della vita. In una società troppo sprecona, ricca di cose materiali, davanti ai problemi, alle malattie, ai drammi, abbiamo messo da parte le cose più importanti, l’amore, l’affetto, la fede e la speranza». Molte anche le iniziative previste per il 2009, alcune delle quali (festa dell’amicizia a Pozza di Fassa, cena di beneficenza, ciaspolada a Valfloriana, serata a Verla di Giovo, il «Trofeo Luigi Vinicio e Davide» al Cermis ed il concerto di Cavalese) già effettuate con successo. Relazione e bilancio sono stati approvati all’unanimità. Confermato per intero anche il consiglio direttivo. Un’associazione che si fonda sull’impegno straordinario di numerosi volontari, «il simbolo più bello» ha ribadito Margherita Marzatico «che Bambi può vantare». Soddisfazione è stata espressa anche per il servizio di neuropsichiatria infantile e per i positivi rapporti con l’Azienda sanitaria.

MARIO FELICETTI

Questo articolo è già stato letto 1811 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi