Predazzo, avvisi della Parrocchia + La Renault 4 di Papa Francesco

Da il 14 settembre 2013
la renault 4 di papa francesco predazzo blog

Questo articolo è già stato letto 40586 volte!

Il Centro missionario con la diocesi e la provincia di Trento, nell’iniziativa “Sulle rotte del mondo”, ci invitano a Tesero lunedì ad ore 20.00 presso il teatro comunale all’incontro sulla salute e condizione della donna; i dettagli sono in fondo alla chiesa ed esposti all’albo esterno

 Martedì sera ad ore 20.45 nell’aula magna di Casa Maria Immacolata suor Antonietta Defrancesco saluta la nostra comunità prima di rientrare nella sua missione in Brasile; tutti siamo invitati a partecipare a questo momento di saluto.

Le offerte che raccoglieremo domenica prossima saranno la nostra condivisione per le necessità che suor Antonietta incontra nella sua missione

 Ospitalità Tridentina ricorda il pellegrinaggio a Pietralba per ammalati ed anziani giovedì pomeriggio come indicato nel cartello esposto all’albo esterno; iscrizioni entro lunedì

Sabato prossimo con inizio ad ore 8.45 ha luogo presso l’auditorium “Santa Chiara” di Trento l’assemblea pastorale diocesana, come indicato dettagliatamente nell’avviso esposto all’albo

———————————–0——————————————

La Renault 4 di Papa Francesco

Quella foto ha fatto il giro del mondo, ed è stata paragonata a quella del Papa che sale la scaletta dell’aereo portandosi il bagaglio a mano: il pomeriggio di sabato 7 settembre, Francesco è stato ripreso mentre saliva su una vecchia Renault 4 di colore bianco. La nuova papamobile in stile povero? A svelare come e perché Bergoglio sia stato immortalato su quella utilitaria è stata «Famiglia Cristiana».
L’auto è Renault 4 del 1984, targata Verona 779684. «E il bello è – scrive il settimanale cattolico italiano – che dietro quell’utilitaria c’è una storia di carità lunga 300 mila chilometri».

L’auto apparteneva infatti a don Renzo Zocca, oggi parroco di Santa Lucia di Pescantina, a Verona. «Riposava in un garage un po’ acciaccata, anche se il sacerdote gli aveva fatto fare la revisione e l’aveva fatta certificare come auto d’epoca. Don Renzo, che a novembre compie 70 anni, ha un passato di sacerdote di periferie, fondatore della cooperativa l’Ancora, che dà lavoro e assistenza a tanta gente. La sua periferia è stata il quartiere operaio Saval, a Verona, di cui è stato parroco negli anni ’80».

Don Renzo ha combattuto a mani nude contro gli spacciatori di droga che devastavano i suoi ragazzi e lo minacciavano di morte. Si è preso anche una coltellata, ma è andato avanti. «Volevo incarnare il Concilio in quella parrocchia di periferia che è stato il cuore della mia vita: vi ho trascorso 25 anni. Io e mio fratello alloggiavamo in un appartamento popolare al nono piano: dicevo scherzando che la mia era la canonica più alta d’Italia». La Renault 4 di colore bianco era stata regalata al sacerdote. «Con quell’utilitaria di 800 cc e 30 cavalli con il cambio a 4 marce accanto al volante e i sedili simili a sedie a sdraio – scrive “Famiglia Cristiana” – don Renzo ha cominciato a percorrere in lungo e in largo il quartiere, sconfinando fuori dalla parrocchia: i campi scuola, l’oratorio estivo, i centri di accoglienza, la Val D’Aosta, le Dolomiti, Roma… insomma, alla fine il tachimetro segnava 300 mila chilometri». E non lo ha mai lasciato per strada…

“Mi è venuto in mente – ha spiegato il sacerdote al quotidiano locale L’Arena – di donargli la mia Renault 4, che ha fatto 300mila chilometri. Gliel’avevo offerta scrivendogli una lettera il 15 luglio. E il 10 agosto mi ha telefonato. La prima cosa che ci siamo detti? ‘Sia lodato Gesù Cristo’. E dopo mi ha chiesto se ero sicuro di volergliela regalare e magari non servisse a qualcun altro e soprattutto se avessi io un’auto per me e l’ho rassicurato. Quindi, visto che mi ha invitato a San Pietro a portargliela, ha preso l’agenda e mi ha detto o 5 o 6 o 7 settembre, in tre orari possibili. Io ero confuso e invece di dirgli subito di si’ sono andato anche io a prendere la mia agenda… poi però abbiamo fissato il giorno”.

La Renault 4, revisionata e lucidata, ha fatto il viaggio su un carro attrezzi, don Renzo e altri 100 pellegrini l’hanno accompagnata in pullman. Per motivi di sicurezza soltanto cinquanta parrocchiani sono potuti entrare in Vaticano per assistere al momento in cui l’auto veniva donata. Il parroco ha però detto a Francesco dei cinquanta rimasti fuori. Il Papa ha detto: «E allora andiamo!». «Siamo saliti in quattro: io alla guida, lui accanto, dietro il meccanico Stefano e il mio assistente Luigi. Stefano mi disse: vai adagio, siamo in Vaticano! Il contachilometri segnava i 30 all’ora. Non le dico l’emozione di quei cinquanta parrocchiani che hanno visto arrivare la R4 e scendere il Santo Padre».
la renault 4 di papa francesco predazzo blog Predazzo, avvisi della Parrocchia + La Renault 4 di Papa Francesco

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi