Predazzo, celebrati i 100 anni della linea turistica Egna – San Martino di Castrozza

Da il 18 agosto 2009

72743483 ec7c50be78 Predazzo, celebrati i 100 anni della linea turistica Egna   San Martino di CastrozzaPREDAZZO – Tra le poltroncine signorili, sistemate all’interno dell’autobus, c’è ancora quella, di colore rigorosamente rosso, che ospitò l’ex presidente russo Nikita Kruscev nel 1959, in occasione della sua visita di stato a Vienna, a quattro anni dalla rinnovata indipendenza dell’Austria. È la particolarità di uno dei due autobus d’epoca, messi a disposizione dalla «Postbus» di Innsbruck, arrivati ieri mattina a Predazzo, nel primo centenario della inaugurazione ufficiale della linea turistica Egna-Predazzo-San Martino di Castrozza, attivata nel 1909, a distanza di un anno da quanto era stata avviata in via sperimentale. Era l’epoca in cui, tra l’altro, ci fu il succedersi, in tutta la nostra regione, di importanti realizzazioni, tra le quali il compimento, fino a Cortina d’Ampezzo, della Grande Strada delle Dolomiti, che a Moena si raccordava con quella di Fiemme, costruita dalla Magnifica Comunità, e l’entrata in servizio di diverse ferrovie elettriche, tra le quali, in Trentino, quella della Val di Non. Avvenimenti storici, rievocati ieri mattina, quando i Comuni di Egna, Predazzo e Siror, competente quest’ultimo per il territorio di San Martino, in collaborazione con le Apt di San Martino/Primiero e Fiemme, hanno voluto commemorare l’evento, organizzando un viaggio ricordo con due pullman d’epoca messi a disposizione dal Servizio Trasporti delle Poste del Tirolo/Postbus. Alle 8.30 c’è stata la partenza da Egna e quindi, dopo le 11, l’arrivo a Predazzo, in una piazza centrale in festa anche per la presenza dei mercatini artigianali e quindi gremita di folla. Qui, ad attendere i due autobus, c’era una accattivante orchestrina viennese, con il maestro Fiorenzo Brigadoi, Ivo Brigadoi e il violinista Andrea Ferroni di Trento. Applauditissimo il mini concerto, seguito dai saluti ufficiali del sindaco Silvano Longo e del presidente del Consiglio regionale Marco Depaoli. Tra le autorità intervenute, lo studioso Vanni Defrancesco di Cavalese, che ha dato una mano importante per la cerimonia, l’assessore comunale di Egna (e capofrazione di Laghetti) Berta Boscheri , l’assessore al turismo, sempre di Egna, Franco Mich , il vicesindaco di Predazzo Franco Dellagiacoma , l’assessore comunale al turismo Manuela Felicetti , l’assessore alla cultura Fabrizio Zuccato , il presidente del Comprensorio del Primiero Cristiano Trotter , il vicepresidente dell’Apt Primiero/San Martino Marco Toffol , la rappresentante del Comune di Siror Carla Scalet , il presidente della Vallata dell’Avisio del Bim Adige di Trento Armando Benedetti , i presidenti dei consigli comunali di Cavalese e Predazzo Carmelo Zini e Andrea Giacomelli . Particolarmente significativo il momento in cui l’ingegner Wolfram Gehri , rappresentante delle Poste Austriache, ha consegnato al sindaco Longo un quadro del Postbus Tirol. Poi tutti all’hotel Ancora, che, dal 1880 al 1970, ha ospitato l’ufficio postale, prima del suo trasferimento in piazza, e quindi, nel pomeriggio, partenza per San Martino, dove, a partire dalle ore 17, si è svolta la seconda parte delle celebrazioni. Qui era presente anche l’assessore provinciale al turismo Tiziano Mellarini, accompagnato dalle guide alpine, mentre lo spettacolo è stato affidato al gruppo folk di Mezzano e alla banda di Telve. Anche in questo caso, degna di nota la cornice di folla interessata a conoscere un pezzo del passato.

MARIO FELICETTI

Questo articolo è già stato letto 1843 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi