Predazzo, cresce la “Febbre dell’Oro!”

Da il 30 marzo 2014
predazzo cercando il boscaiolo delle pepite d'oro

Questo articolo è già stato letto 34182 volte!

Trovato l’Oro a Predazzo – In paese non si parla d’altro. Nei bar e nei crocicchi delle strade l’argomento è sempre lo stesso, dove è stato trovato..? Chi l’ha trovato..? Chi è l’uomo S.M. che ha trovato la frana mentre tagliava la legna nel bosco..?

Tanti interrogativi che ci sono giunti anche da fuori provincia, gente che vuol sapere qualcosa di più riguardo a questa scoperta aurifera. E su tutto regna sovrano anche il silenzio del Museo Geologico delle Dolomiti che sembra voler minimizzare la cosa e depistare tutti da questo interessante argomento.

Ebbene, noi di PredazzoBlog ci siamo mobilitati per cercare di risalire a chi fosse l’uomo S.M. che ha trovato per primo la frana con le tracce d’oro. Alcuni gruppetti di nostri volontari hanno iniziato già dalla mattinata di ieri, venerdì, a raccogliere le indiscrezioni che circolano in paese per poi recarsi sulle pendici dei monti che circondano Predazzo per verificare i vari luoghi e gli spostamenti di questo uomo, che pare abbia già una certa età.

In tarda serata di sabato, ci sono giunte le prime immagini che il team n°3 è riuscito a catturare durante le ricerche. Un’indizio di non poco conto era dato dal fatto che il sig. S.M. sia solito firmare con le sue iniziali i cippi dei tronchi che ha appena tagliato.  Nel primo pomeriggio  di ieri, infatti, è stato trovato un cippo tagliato di recente con queste iniziali incise.

predazzo la firma di sm che ha trovato le prime pepite doro Predazzo, cresce la Febbre dellOro!

Da questa scoperta è seguito un lungo e paziente appostamento, dove i volontari del team si sono creati un nascondiglio con le ramaglie del bosco nella speranza di veder arrivare il misterioso boscaiolo.  Dopo vari segnali di allerta, dovuti al transito di alcuni caprioli, i nostri 007, mentre già pensavano di rientrare in paese,  hanno invece sentito arrivare un essere umano..  nel più assoluto silenzio hanno visto transitare lentamente quello che potrebbe essere il signor S.M.

I nostri volontari, dal loro appostamento mimetizzato,  sono riusciti a scattare qualche foto in distanza dell’uomo che stava transitando, non riuscendo però ad identificarlo.  Pare che l’uomo, abbastanza anziano, si sia inerpicato a lungo sul ripido pendio aiutato da un bastone e portando sulla schiena un grosso zaino con una piccola picozza che sporgeva.   Abbiamo saputo che i nostri agenti segreti sono anche riusciti a realizzare alcuni spezzoni di filmato con i loro cellulari, ma sempre ad una distanza tale da non essere visti.

predazzo cercando il boscaiolo delle pepite doro Predazzo, cresce la Febbre dellOro!

Non sappiamo ancora se l’uomo che è transitato nel bosco sia proprio il sign. S.M., anche se è stata notata una sua breve sosta per ammirare il cippo con le iniziali che potevano essere le sue. E non sappiamo nemmeno se quella sia la zona della frana.  L’unica cosa certa che finora sappiamo con certezza, è che a Predazzo sta crescendo la febbre dell’oro!

Vi terremo ancora informati.

trovato oro a predazzo fiemme Predazzo, cresce la Febbre dellOro!

Aggiornamento domenica 29.3.2014:

Questa immagine ci è stata inviata oggi dall’America e precisamente da Washington con questo commento: “Led zeppelin forse lo conosceva già l’uomo SM”  -  Da parte nostra ringraziamo tutti gli amici americani che ci seguono sempre molto numerosi.

sm dallamerica Predazzo, cresce la Febbre dellOro!

Indagini e ricerche sono proseguite anche nella giornata di oggi, a breve gli aggiornamenti.

VEDI ARTICOLO PRECEDENTE:

.
VEDI ARTICOLO SUCCESSIVO:
.

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi