Predazzo, ecco l’eventuale giunta Bosin

Da il 27 maggio 2010

maria bosin predazzo blog Predazzo, ecco l’eventuale giunta Bosin PREDAZZO – A distanza di 24 ore, imitando il suo avversario Renato Dellagiacoma , che ieri ha reso noti i nomi dell’eventuale giunta comunale, anche Maria Bosin fa un’operazione trasparenza, in vista del ballottaggio di domenica. In caso di vittoria i suoi assessori saranno Renato Tonet (lavori pubblici, viabilità, artigianato e industria), Lucio Dellasega (cultura, istruzione, museo), Chiara Bosin (ambiente, edilizia abitativa, arredo urbano e urbanistica), Roberto Dezulian (agricoltura, foreste, sport), Giuseppe Facchini (turismo e commercio), Giovanni Maffei (politiche sociali e sanità), mentre a Giovanni Aderenti sarà data la delega per le politiche giovanili. Prevista anche una figura istituzionale per il collegamento con Bellamonte. Intanto Silvano Longo, presentatosi alle elezioni con le liste «Progettiamo Predazzo», «SiAmo Predazzo» e «Lista per Predazzo» ringrazia gli elettori. La delegazione, composta da Andrea Giacomelli, Leandro Morandini, Dino Degaudenz, Fulvio Ceol e Claudio Vitali , dopo un primo confronto interlocutorio richiesto dal candidato Renato Dellagiacoma , al quale non sono seguiti ulteriori contatti, aveva offerto il proprio sostegno alla coalizione guidata da Maria Bosin . «La proposta era una base di partenza per concertare assieme una soluzione. Ciò nonostante, la coalizione guidata da Maria Bosin ha scelto di proseguire da sola (…). Da parte nostra siamo comunque pronti a svolgere un ruolo propositivo e costruttivo all’interno della minoranza, qualunque sia il sindaco che verrà eletto domenica». Elettori a mani libere, dunque. Anche Marco Felicetti (Predazzo Democratica) si affida ad un comunicato ufficiale: «Proprio coloro che hanno apertamente snobbato la nostra iniziativa ne sono usciti più malconci». Nel corso di questi giorni, Felicetti spiega di avere incontrato entrambi i contendenti: «Incontri ai quali non ci siamo presentati con il cappello in mano per chiedere se per caso non ci fosse qualcosa per noi». Il leader di Predazzo Democratica fa gli auguri sia a Bosin che a Dellagiacoma e conclude rivendicando un atteggiamento coerente tenuto nella campagna elettorale: «La legittimazione e la correttezza che ci viene riconosciuta ci ha portati ad una scelta di trasparenza. I tempi per creare alleanze organiche non ci sono stati, nella logica degli apparentamenti è necessario una condivisione profonda dei progetti e delle strategie per operare nell’interesse collettivo».Mario Felicetti L’Adige

Questo articolo è già stato letto 2154 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi