Predazzo, i giovani accendono i motori con cultura e musica live

Da il 18 agosto 2010

PREDAZZO – Sarà un sabato giovane, effervescente, ricco di novità e di prospettive il prossimo 21 agosto a Predazzo, dove sono in programma due appuntamenti di particolare significato culturale. Il primo è alle 18, quando, nell’aula magna del municipio, si terrà il terzo ed ultimo «incontro con l’autore» per l’estate 2010, con la presentazione del saggio di Marcella Morandini e Sergio Reolon , dal titolo «Alpi Regione d’Europa-Da area geografica a sistema politico». Una pubblicazione recente, che vuole stimolare la riflessione sul governo del territorio montano e sui suoi modelli di sviluppo. In serata poi, alle 21, nella «Piazzetta Caorer», sarà il gruppo musicale «Proteus Quartet» a presentare in prima assoluta il primo concerto ufficiale, che segue di un paio di mesi il successo ottenuto nel prestigioso Festival Acustico di Trento, organizzato dal Comune e dal Centro di Aggregazione l’Area Appm e giunto alla dodicesima edizione. Una formazione nata da pochi mesi, ma che ha subito colpito la giuria per la freschezza, la precisione, le qualità dei suoi componenti. Ne fanno parte Federica Tomasini , 27 anni di Valforiana, voce, Gabriele Brigadoi , 28 anni, al basso acustico, Ivo Brigadoi , 33 anni, al violoncello e Paolo Gabrielli , 27 anni, alle percussioni, tutti di Predazzo. Un nome che richiama la nota divinità della mitologia greca, figlio di Oceano e Teti, capace di mutare forma in qualsiasi momento. Così come fanno loro, che non si riferiscono ad un unico genere predefinito, ma sono protagonisti di una continua metamorfosi artistica e musicale, con un repertorio che spazia da Tenco a Caposèla, a Paolo Conti, ai Jefferson alle mitiche Orme. Una musica particolare, con sonorità definite «retrò» e con forti richiami alla tradizione dei cantautori italiani e americani degli anni Sessanta e Settanta, ma con una strumentazione ed un modo di concepire le musiche in chiave moderna, impregnate di originali sfumature. A Trento, lo scorso mese di giugno, hanno presentato un pezzo inedito ed una cover di David Crosby, riuscendo prima a passare brillantemente le selezioni e quindi a dominare la finale, ottenendo il primo premio di 1.000 euro. Ora, mantenendo i piedi saldamente per terra, senza montarsi la testa, anche se ovviamente soddisfatti del loro successo, guardano avanti con determinazione e grinta, preparandosi tra l’altro, alla fine di novembre, a partecipare alla quattordicesima edizione del Mei (Meeting Etichette Indipendenti) di Faenza. Poi si vedrà.

Ed intanto esordiscono a Predazzo sabato sera, con il pieno sostegno dell’amministrazione comunale che li ha salutati ieri pomeriggio in municipio, presenti il sindaco Maria Bosin e gli assessori Lucio Dellasega, Giuseppe Facchini e Chiara Bosin . Un concerto intercalato dalle letture di Jacopo Roccabruna , giovane ventiquattrenne di Pergine, e che è intenzione del gruppo riproporre nei prossimi mesi in regione.

La loro speranza? «Riuscire – dicono – a smuovere il mondo della musica anche in valle di Fiemme, magari partendo proprio dal nostro paese. L’organizzazione dei grandi eventi, come per esempio i Suoni delle Dolomiti, non si apre ai nuovi gruppi, per cui è difficile trovare spazi. Sarebbe bello invece creare qui una vera e propria festa della musica. Finora, a parte qualche iniziativa particolare, come Suan Rock, mancano le novità e se ci sono non riescono ad emergere. Speriamo si possa incominciare a farlo». L’imput è stato immediatamente raccolto dagli amministratori comunali intervenuti. Sarà per l’anno prossimo? M. F.

Questo articolo è già stato letto 2011 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi