Predazzo, i Vicini della Regola Feudale invitati a dare 10 euro delle «regalie» alle vittime del terremoto in Abruzzo

Da il 20 maggio 2009

CasaRegola Predazzo, i Vicini della Regola Feudale invitati a dare 10 euro delle «regalie» alle vittime del terremoto in AbruzzoPREDAZZO – I «Vicini» sono invitati ad erogare 10 euro delle «regalie» alle vittime del terremoto in Abruzzo. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione della Regola Feudale di Predazzo nella seduta di lunedì. Il consiglio, prima, ha appaltato gli ultimi lavori di carpenteria e di lattoneria per la completa ristrutturazione del «Maso delle Coste», rimasti in sospeso nella precedente seduta del 3 aprile. L’offerta migliore è risultata quella della ditta Diego Bonelli di Masi di Cavalese, pari complessivamente a 57.886 euro. I lavori dovranno essere portati a termine entro il 31 ottobre. Lo Studio Guadagnini, che ha predisposto il progetto, è stato inoltre incaricato della direzione lavori e per la progettazione delle sistemazioni esterne. Il consigliere Silvio Dellagiacoma invece seguirà il cantiere, per eventuali provvedimenti da assumere con immediatezza. Infine, allo Studio Dellagiacoma è stato assegnato l’incarico per la stesura ed il coordinamento del piano per la sicurezza. In merito ai lavori forestali, il consiglio ha quindi preso atto del contributo di 11.495 euro erogato dalla Provincia per il completamento della strada forestale di «Cògol» (40% del costo complessivo) e del contributo di 33.164 euro (rispetto ai 25.000 ipotizzati a suo tempo) relativi alle utilizzazioni boschive. Altri 9.120 euro (su una spesa di 10.350) sono invece arrivati, nell’ambito del Piano di sviluppo rurale, per gli «spurghi» effettuati finora. Meno negativa del previsto (in seguito alle copiose nevicate invernali) è stata giudicata, dopo recenti sopralluoghi, la situazione delle strade di bosco. Si è parlato poi dei lavori che la Provincia ha in programma per l’allargamento della statale 50, verso Bellamonte, nel tratto compreso tra «Maso Zanèt» e la zona di «Zaluna». Alle operazioni di esproprio sono interessate due particelle di proprietà della Regola, una di 2.215 metri quadrati (ne saranno espropriati 818) e una di 23.700 (espropriati solo 165). Visto che, nel primo caso, la frazione residua non potrà avere comunque una utile destinazione, il consiglio ha deciso di chiedere l’esproprio dell’intera particella. Altri problemi trattati hanno riguardato la interruzione del contratto di affitto, da parte di Francesca Morandini, per un appartamento presso la casa della sede (ora quindi lo stesso è disponibile per eventuali esigenze di altre persone) ed i lavori di bonifica della zona della «Lizàta», affidati alla ditta Dsg di Castello di Fiemme per un costo di 5.000 euro una tantum. Inizieranno dopo il rilascio della relativa concessione edilizia, in ogni caso, per questioni logistiche, non prima di settembre, per concludersi entro il mese di maggio del 2010. In chiusura, il consigliere Fabio Giacomelli ha proposto di destinare una struttura in legno, da utilizzare come sala pubblica polifunzionale, alla popolazione terremotata di Villa S. Angelo in Abruzzo. D’accordo il consiglio che, come ulteriore segnale di concreta solidarietà, come sopra indicato, ha anche deciso di invitare i «Vicini» della Regola ad erogare 10 euro delle «regalie» che saranno distribuite in autunno, in occasione della tradizionale festa di San Martino. M. F.

Questo articolo è già stato letto 2350 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi