Predazzo, Orgoglio alpino nella sede ristrutturata – Foto

Da il 23 dicembre 2013
predazzo nuova sede alpini4

PREDAZZO – Un’ultima annata particolarmente ricca di avvenimenti, di iniziative e di impegni per il Gruppo Ana di Predazzo, che venerdì sera ha tenuto, presso la ristrutturata sede di via Marconi, la propria assemblea annuale.

Grande soprattutto la soddisfazione, espressa nella lunga  relazione del capogruppo Roberto Gabrielli, per il rilancio dell’associazione, che due anni fa sembrava sull’orlo del collasso e che invece si è ripresa alla grande, riuscendo quest’anno a realizzare un progetto (appunto la ristrutturazione della sede) che aveva alimentato anche qualche scetticismo e che invece è andato perfettamente a buon fine. Oggi gli alpini dispongono di una struttura funzionale ed accogliente, grazie al lavoro di tanti alpini, il direttivo in primis, ma anche molti soci, che hanno dato una mano, ciascuno in base alle proprie disponibilità di tempo.

Fondamentale l’intervento finanziario dell’Amministrazione comunale che ha garantito un contributo in due tranches di 28.000 euro su una spesa complessiva pari a circa 50.000,coperta in parte dall’intervento della Cassa Rurale di Fiemme (3.500 euro) e per il resto dai fondi del gruppo, raccolti grazie ad una significativa serie di manifestazioni organizzate in presa diretta. All’assemblea (presenti una quarantina di soci) è intervento anche il sindaco Maria Bosin (accompagnata dall’assessore al turismo e alpino pure lui Giuseppe Facchini) che si vivamente complimentata con gli alpini per «lo splendido lavoro fatto come sempre in maniera del tutto volontaria». Parlando di «bel clima interno all’associazione e di persone che hanno a cuore il bene del loro paese» ed esprimendo «la gratitudine dell’ente pubblico e  dell’intera comunità per la collaborazione e la sensibilità dimostrate in ogni circostanza».

Era presente anche la madrina del gagliardetto Liliana Felicetti, che oggi abita lontano da Predazzo ma che, ha detto, «vi ho sempre nel cuore». Con il gruppo si è complimentato il consigliere sezionale Mario Zorzi, che ha presieduto l’assemblea. «La sede» ha sottolineato «è un segno di attaccamento all’associazione ed ai valori che rappresenta e che abbiamo ereditato dalla nostra storia». Soffermandosi poi su due iniziative particolari: il Centro servizi di Rovereto sul Secchio (Modena), uno dei  Comuni terremotatiche gli alpini trentini realizzeranno il prossimo anno e la sistemazione, a partire dal 2014, nel Centenario della prima grande guerra, del sentiero che dal rifugio Cauriol, sopra Ziano, raggiunge la Cima del Cardinal e la Busa Alta.

Nella sua relazione, il  capogruppo ha quindi ricordato le varie fasi dei lavori presso la sede ringraziando tutti i collaboratori e gli enti che hanno garantito il loro supporto e ricordando anche le innumerevoli iniziative del 2013, tra le quali il 26° anniversario della chiesetta alpina di Valmaggiore, la riuscitissima festa patronale di San Giacomo, la Desmontegada di settembre e la colletta alimentare di fine novembre. Gabrielli ha inoltre illustrato il rendiconto economico che si chiude con 54.567 euro di spese (comprese quelle della sede), 49.014 di entrate e un disavanzo di 5.553 euro, coperto  dal fondo di 5.804.

Mario Felicetti

Questo articolo è già stato letto 26313 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi