Predazzo, spavento per un razzo sulle imposte

Da il 3 gennaio 2009

%name Predazzo, spavento per un razzo sulle imposte Potevano esserci conseguenze gravi, la notte di Capodanno, per un razzo sparato da alcuni scriteriati (rimasti sconosciuti) dalla piazza di Predazzo e che è andato a colpire, sfondandole, le imposte di una abitazione vicina, situata lungo la Salita Valena. Nell’appartamento vive la famiglia di Giuseppe Smaniotto , che in quel momento non era in casa ed alla quale, quanto meno, è stato evitato un immaginabile spavento, ma non i danni che sono ingenti. Un gesto insano e da condannare, mentre lo stesso Smaniotto si è riservato di sporgere denuncia contro ignoti, pur nella consapevolezza che sarà difficile riuscire ad identificare gli autori di questa bravata. La sera dell’ultimo dell’anno, sono stati anche allertati i vigili del fuoco del paese, che hanno dovuto intervenire a Bellamonte, nella zona degli impianti di risalita di «Castelir» per domare un principio di incendio in una baita. La canna fumaria, in acciaio, si era infatti surriscaldata e le travature in legno avevano preso fuoco. Subito è scattato l’allarme ed i pompieri, poco dopo le 18, si sono precipitati sul posto, spegnendo le fiamme con gli estintori e mettendo la baita in sicurezza. Sempre nella notte di Capodanno ancora i vigili del fuoco in azione (a Predazzo, ma anche a Ziano) per due cassonetti delle immondizie che erano stati dati alle fiamme. Anche in questo caso, dei vandali nessuna traccia. M. F.

Questo articolo è già stato letto 1576 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi