Predazzo, tre vagoni all’ex stazione per la nuova biblioteca

Da il 12 gennaio 2012
predazzo progetto nuova biblioteca predazzoblog

Questo articolo è già stato letto 2104 volte!

PREDAZZO – Tre volumi a forma di vagone, tanto per ricordare il trenino di Fiemme, la cui vecchia stazione di arrivo si trova a pochi passi. Quest’ultima sarà a sua volta risanata, comunque nel pieno rispetto di un edificio di grande pregio architettonico, firmato dall’architetto Ettore Sottsass senior.
È la nuova sede della biblioteca comunale,così come ipotizzata da una proposta di progetto predisposta da una decina di studenti della classe quinta del corso «Sirio», programmato nel vicino Istituto Tecnico Commerciale,durantel’anno scolastico 2006/2007. Una propostadi notevole suggestione, accolta con unanime apprezzamento daparte del consiglio comunale nella seduta di martedì sera e che, se si troveranno i finanziamenti, potrebbe tradursi in realtà entropochi anni. Anche perché l’attuale sede della biblioteca (ospitata pressoil Distrettosanitario) evidenzia da anni non poche carenze, sia in termini di spazi che dal puntodi vista del rispetto della normativa.L’illustrazione del progetto è stata anticipata da un’ampia relazione dell’assessore alla cultura Lucio Dellasega,che ha ricordato innanzitutto le  caratteristiche della ex stazione ferroviaria, sorta nel 1929 a seguito della elettrificazione della ferrovia Ora-Predazzo.  predazzo progetto nuova biblioteca predazzoblog Predazzo, tre vagoni allex stazione per la nuova biblioteca

Una costruzione ancora integra da manomissioni e interessante dal puntodi vista della composizione, molto articolata nei prospetti,con un’alternanza di vuoti e pieni che creano notevoli effetti elastici di facciata. Perquanto riguarda la biblioteca, ha proseguito Dellasega, «questa rappresenta un’opportunità unica per lo sviluppo culturale, educativo, formativo della nostra gente e dei turisti», partendo dal presupposto che «essa è oggi anche un laboratorio multimediale, di informazione,oltre che centro di aggregazione sociale e diservizi per la cultura,la creatività,lo studio, il tempo libero e la socializzazione».

I contenuti tecnici dello studio sono stati illustrati dal professor Ezio Gabrielli,che ha coordinatoil lavoro degli studenti serali: tre volumi a forma di vagone, affacciati su giardini pensili,collegati alla vecchia stazione da un corridoio con ampie vetrate, una parte interrata, con servizi,una grande sala per 200 persone, magazzini e  parcheggi,ed i tre corpi fuori terra, comprendenti sale di lettura, uffici, spazi
operativi e, tutto intorno, un capiente parcheggio.
Quest’ultimo potrebbe essere ulteriormente ampliato, dal momento che l’amministrazione intende sollecitare un avvicinamento al paese dei parcheggi di attestamento, che il Pianostralcio della mobilità di Fiemme attualmente prevede a qualche chilometro di distanza. C’è qualche cosa da aggiustare (come ha suggerito il bibliotecario Francesco Morandini)specie dal punto di vista di una ottimale distribuzione degli spazi, ma la proposta è stata accolta da tutti in modo positivo.
Per quanto riguardai costi, il sindaco Maria Bosin ha parlato di circa 3 milionidi euro,cifra che si spera possa essere almeno per il 70% finanziata con
i fondi del Fut (Fondo Unico Territoriale) della Comunità di Valle.«Solo in questo caso – ha chiarito il sindaco l’intervento potrà essere sostenibile».«Ilprogetto- ha concordatol’assessore Chiara Bosin- si inserisce perfettamente nella zona, valorizzando il capolavoro di Sottsass». Non ci sono state votazioni, al di là degli elogi di tutti,coronati da un applauso, ma ora si dovrà dare inizio al vero e proprio iter tecnico e procedurale.

MARIO FELICETTI

Commenti

commenti

About Mario Felicetti

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi