Predazzo, ultima gara della Continental Cup allo Stadio del Salto

Da il 5 marzo 2012

Questo articolo è già stato letto 419 volte!

482x400 Predazzo, ultima gara della Continental Cup allo Stadio del Salto

In condizioni atmosferiche davvero al limite si è svolta l’ultima gara di salto dal trampolino di Predazzo per la Continental Cup. Un bel banco di prova per la stessa organizzazione che nel 2013 proporrà i Campionati Mondiali, che si svolgeranno in Val di Fiemme per la terza volta dopo il ’91 e il 2003.

Già sabato 3 marzo lo staff aveva avuto il suo bel daffare per via delle temperature altissime e del sole battente, ma domenica 4 si è davvero superato per rimediare alle forti precipitazioni cadute per tutta la notte e gran parte della mattinata. Per preservare il più possibile il manto nevoso si è quindi deciso di annullare il salto di prova e di disputare la gara in prova unica. Una scelta pressoché obbligata, che ha incontrato il plauso degli atleti che nelle interviste del fine gara si sono comunque prodigati in complimenti nei confronti di chi ha lavorato per consentire il regolare svolgimento della manifestazione.

Venendo alla gara, ancora una volta la squadra austriaca ha dimostrato la sua superiorità, confermando la doppietta di sabato. Sul gradino più alto del podio è salito ancora una volta il fenomeno Wolfgang Loitzl, capace di eseguire un salto a 136 metri che ha letteralmente sbaragliato la concorrenza. Alle sue spalle l’ottimo Lukas Mueller, atterrato a 132,5 e che ha dunque sostituito il secondo di ieri Stefan Kraft, autore ancora una volta della seconda miglior prestazione assoluta in termini di lunghezza (134,5) ma caduto in atterraggio. Nessuna conseguenza per lui, ma votazione molto bassa che lo ha relegato in 25a posizione.

vai alle classifiche

About Mauro Morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>