Il blog di Predazzo lancia una proposta: Sospendere la caccia per tutto il 2009

Da il 1 maggio 2009

  

%name Il blog di Predazzo lancia una proposta: Sospendere la caccia per tutto il 2009Bellamonte, Predazzo. Oggi giornata di festa nazionale decido di fare una camminata nel bosco nei dintorni di Bellamonte. La neve ha ormai lasciato il posto ai primi fili d’erba che spuntano qua e là, finalmente la primavera è arrivata anche quassù. Impugno gli inseparabili bastoncini da nordic walking e mi immergo silenzioso nel bosco nella speranza di vedere qualche animale selvatico che in questo paradiso è molto facile incontrare, ma…   appena entro nel bosco vedo distesa sotto un albero una cerva morta. Peccato, un’altra vittima del duro inverno appena concluso, scena che avevo già visto in altre zone durante le escursioni sulla neve con gli sci.  Proseguo dispiaciuto ma  poco distante la scena si ripete, vado avanti sento ancora quell’odore acre, un altro ancora. Ad un tratto vedo una scena incredibile: Una cerva “finalmente viva” ma ferma immobile accanto ad una carcassa di piccolo di cervo. Forse è la sua mamma e sembra vegliare il suo piccolo che dorme. Mi sposto un attimo per fotografare la scena ma lei mi vede e mi fissa immobile, resto immobile anch’io e ci guardiamo in silenzio. Poi con grande dignità si china sul suo piccolo e lentamente si allontana. Mi avvicino per vedere e scopro che i piccoli morti sono due, cerco di immaginare la scena della tragedia e deduco che sono rimasti vittime di una slavina provocata da loro stessi durante l’attraversamento del ripido costone. Proseguo ancora e purtroppo la scena si ripete. Pensavo di essermi inoltrato nel solito paradiso naturale ma la morte qui ha fatto la sua parte, mi fermo e guardo l’ora: sono trascorsi circa 100 minuti e sul mio percorso ho incontrato 10 animali morti,  uno ogni 10 minuti. Il dispiacere è grande ma la natura è anche questo, la selezione naturale permette alla parte più forte di portare avanti la specie.   Mi fermo su un punto panoramico dove i cacciatori hanno costruito una piccola postazione… guardo ammirato la distesa di boschi che mi circondano e cerco di immaginare la quantità di carcasse di animali che vi si trovano. La mia mente ritorna alla scena della cerva col suo piccolo morto, al suo sguardo, e penso: forse quest’anno la selezione naturale è stata davvero pesante con questi animali. Mi chiedo se non fosse il caso per un anno  di sospendere la selezione artificiale praticata dall’uomo attraverso la caccia. Non sono un esperto in materia ma sento che il buonsenso me lo suggerisce.
Dopo un pomeriggio così mi sento di lanciare questa proposta:  SOSPENDERE LA CACCIA PER TUTTO IL 2009.

Accetto volentieri e ringrazio in anticipo chi vorrà scrivere suggerimenti e osservazioni, grazie, Mauro Morandini.
———————————————-

Ricerca su Google: Risultati 110 su circa 12.900 per cervi morti inverno 2009. (0,37 secondi) 

Trentino: in inverno morti quasi 700 cervi, 350 nello Stelvio

  • martedì 21 aprile 2009. Cervi morti per la neve in Trentino La neve caduta nell’inverno passato ha reso la vita difficile alla fauna selvatica di diverse
    www.bighunter.it/Home/Editoriale/Editoriale/tabid/220/newsid734/2582/Default.aspx – 52k – Copia cachePagine simili -
  • Parco dello Stelvio: più di 800 i cervi morti quest’inverno

    Parco dello Stelvio: più di 800 i cervi morti quest’inverno. 23 aprile 2009. Il direttivo del Parco dello Stelvio. BORMIO – Si è riunito questa mattina a
    www.altarezianews.it/bormio_e_valli-sondalo-livigno/parco-dello-stelvio-piu-di-800-cervi-morti-questinverno/ – 23k – Copia cachePagine simili -

  • Alto Adige: 1800 ungulati morti in inverno | Montagna.tv

    Italia Inserito da montagnatv il Ven, 2009-04-17 12:20 1.500 non hanno superato l’inverno e ad essi si aggiungono 250 cervi morti per la fame e gli
    www.montagna.tv/?q=node/10152 – 33k – Copia cachePagine simili -

  • [PDF]

    Rassegna del 10 gennaio 2009

    Formato file: PDF/Adobe Acrobat – Versione HTML
    «Negli ultimi giorni, in Val di Sole, abbiamo trovato 60 cervi morti. E siamo solo nella prima parte dell’inverno. Dopo le altre grandi nevicate fra il 2000
    www.regione.piemonte.it/parchi/ppweb/primopiano/archivio/2009/dwd/neve_rass10gen.pdf – Pagine simili -

  • Stelvio, tra gelo e cacciatori il duro inverno di Bambi

    Repubblica — 10 gennaio 2009 pagina 37 sezione: CRONACA I cervi allo Stelvio sono troppo numerosi, in alcune zone sono più di 15 per chilometro quadrato. Nel grande inverno del 1991 furono trovati 310 ungulati morti, una strage.
    ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/01/10/stelvio-tra-gelo-cacciatori-il-duro-inverno.html – 42k – Copia cachePagine simili -

  • ANSA.it – Bolzano – Animali: pesante bilancio dei rigori dell’inverno

    2009-04-16 10:04. Animali: pesante bilancio dei rigori dell’inverno. Morti di stenti 1. 800 tra caprioli e cervi. (ANSA) – BOLZANO, 16 APR – E’ pesante il
    www2.ansa.it/site/notizie/regioni/trentino/bolzano/news/2009-04-16_116362789.html – 51k – Copia cachePagine simili -

  • Val Camonica: carestia fa strage di cervi, i cacciatori si

    Il rigido inverno 2008 ha portato la carestia nella comunità dei cervi I cacciatori: «Abbiamo trovato in totale 120 cervi morti e quindi «Colletta alimentare per salvare i cervi affamati» – Giornale di Brescia, 25 febbraio 2009
    it.wikinews.org/wiki/Val_Camonica:_carestia_fa_strage_di_cervi,_i_cacciatori_si_mobilitano – 23k – Copia cachePagine simili -

  • Temporeale – Trentinoaltoadige – Animali: pesante bilancio dei …
  • 2009-04-16 10:04. Animali: pesante bilancio dei rigori dell’inverno. Morti di stenti 1. Dei 30 mila caprioli che si stima abitino il territorio, 1.500 non hanno superato l’inverno e ad essi vanno aggiunti 250 cervi morti per la fame
    temporeale.libero.it/libero/news/2009-04-16_116362789.html – 40k – Copia cachePagine simili -
  • Questo articolo è già stato letto 2065 volte!

    Commenti

    commenti

    About mauro morandini

    Commenta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi