Quando l’antenna bacchetta il diavolo.

Da il 16 gennaio 2009

radiomaria Quando l’antenna bacchetta il diavolo.INTERVISTA Livio Fanzaga è direttore di Radio Maria, importante network spirituale. E combatte Satana ogni giorno. Perché il demonio, dice, è più forte che mai: usa internet, mina la famiglia, va in discoteca…

L’Anticristo esiste: io l’ho incontrato. Parola di padre Livio Fanzaga, direttore e indiscusso mattatore di Radio Maria, il più grande network spirituale del mondo: 55 emittenti presenti in 50 paesi. Una rete capillare, più potente della Radio Vaticana: solo in Italia Radio Maria conta almeno 850 ripetitori.

Bergamasco, 68 anni, religioso dell’ordine degli Scolopi, padre Livio resta folgorato da un pellegrinaggio a Medjugorje. Diventa uno dei più convinti sostenitori delle apparizioni mariane che da 27 anni vengono segnalate in quel santuario e decide di collaborare con Radio Maria, allora una semplice emittente parrocchiale di Arcellasco d’Erba, nel Comasco. Fanzaga viene nominato direttore e, a poco a poco, solo grazie alle offerte e senza pubblicità, conquista un posto di primo piano nel panorama radiofonico cattolico.

Per padre Livio Radio Maria non è una semplice emittente, bensì un’arma contro il demonio. «Oggi è in corso un attacco di Satana all’umanità, talmente grave che potrebbe portare anche alla fine del mondo» sostiene nel suo ultimo libro intervista con Diego Manetti, L’ora di Satana. L’attacco del male al mondo contemporaneo (Piemme), in libreria dal 20 gennaio. Padre Livio fa perciò discutere: lugubre Savonarola o illuminato profeta dei nostri tempi? Panorama ha cercato di scoprirlo intervistandolo.

Perché dice che è arrivata l’ora di Satana?

Soprattutto nei paesi di tradizione cristiana assistiamo a un attacco satanico senza precedenti contro il genere umano: questa volta l’Anticristo non si accontenta di uccidere l’uomo ma punta a distruggere l’intero pianeta.

Insomma, l’Apocalisse le sembra vicina.

Dipende soltanto da noi. Questa non è solo l’ora di Satana, è anche il tempo di Maria. Dall’apparizione della Madonna a Parigi nel 1830 fino a Medjugorje, passando per Lourdes e Fatima, la Vergine cerca di mettere in guardia l’umanità dal diffondersi di ideologie del male che puntano a scristianizzare l’Europa.

C’era l’Anticristo dietro l’attacco alle Torri gemelle?

Certamente sì. Lo ha confermato Maria, Regina della pace di Medjugorje, pochi giorni dopo quella tragedia. «Oggi Satana vuole la guerra e l’odio» ha detto la Vergine ai veggenti il 25 settembre 2001. L’Anticristo ha sganciato una sorta di bomba atomica spirituale: l’odio e l’intolleranza si diffondono, alimentando lo scontro di civiltà. Ma attenzione, perché questa bomba atomica spirituale potrebbe diventare reale, in mano a fanatici e terroristi. Allora sarebbe la fine.

C’è Satana anche dietro vicende come quella di Eluana Englaro?

Il demonio vuol convincere l’uomo che può essere signore della vita, che ha diritto a deciderne l’inizio e la fine a piacimento. Non è così, la vita è un dono di Dio, perciò va difesa dal concepimento fino alla morte naturale.

Nel suo libro si rivolge ai giovani. Nelle discoteche si nasconde l’Anticristo?

Satana è il grande seduttore: inganna i giovani con le false luci e le gioie effimere. «Senza Dio si vive meglio, fa’ ciò che ti piace, la vera vita è questa qui» sussurra il demonio ai giovani che frequentano le discoteche. E li porta così all’autodistruzione: le morti del sabato sera non sono dovute solo all’alcol e alla droga ma anzitutto all’Anticristo che spinge i giovani a sfidare la morte.

Nella sua esperienza di sacerdote si è mai trovato a faccia a faccia con il demonio?

Tutti i giorni devo fare i conti con il diavolo. In particolare oggi l’Anticristo punta a distruggere la famiglia, perché sa che così distruggerà la società.

Ha mai praticato esorcismi?

Ho assistito un esorcista per liberare una persona dal demonio. E a Medjugorje ho visto molti posseduti. Sono scene agghiaccianti. Satana sfida Dio e vuol mostrare così quanto è potente.

Il satanismo si sta diffondendo?

Il demonio punta a costituire la propria chiesa. Perciò lancia il suo messaggio anzitutto fra i giovani. La musica, in particolare quella rock, è uno dei principali veicoli di comunicazione di Satana. Per questo bisogna vigilare: è inaccettabile, per esempio, che Raffaella Carrà canti in prima serata una canzone dedicata a Satana.

Il diavolo si serve anche di internet?

Naturalmente. Satana sa utilizzare internet e tutti i mezzi di comunicazione molto meglio di noi.

E l’Anticristo è persino nella Chiesa?

Sì. Anzitutto si manifesta fra noi cristiani con forme di immoralità e di vita disordinata. Ma a queste oggi si aggiunge un peccato ancora più grave: l’incredulità. La gente perde la fede a poco a poco, senza accorgersene. E la Chiesa, a volte, sembra timorosa di annunciare certe verità, come per esempio che esiste l’Inferno.

Radio Maria è molto legata a Medjugorje, ma il Papa non sembra intenzionato, per ora, a riconoscere le apparizioni.

La Chiesa non può pronunciarsi su apparizioni che ancora continuano. Aspettiamo però di vedere se si avvereranno i dieci segreti rivelati dalla Madonna. Saranno annunciati tre giorni prima che accadano. Il terzo segreto sarà un segno bellissimo che apparirà sulla montagna; il settimo segreto sarà invece un evento tremendo che riguarda il mondo e la Chiesa. Nel frattempo a Medjugorje la Madonna, Regina della pace, ha compiuto già un miracolo: migliaia di conversioni e 2 milioni di pellegrini ogni anno.

Eppure, non si sono potuti evitare i litigi tra i francescani e la diocesi.

Purtroppo questi scontri sono il frutto di una storia secolare. L’Impero ottomano allontanò tutti i sacerdoti e consentì solo ai frati di rimanere. Oggi le cose sono cambiate ma sette parrocchie che devono tornare sotto il controllo del vescovo si rifiutano di farlo. Sono certo che si troverà una soluzione.

Alla radio lei legge e commenta i giornali. Cosa pensa della politica italiana?

L’Italia senza il Vaticano non sarebbe nulla. Tutto il mondo guarda all’Italia perché guarda al Papa. Dal punto di vista internazionale gli Stati Uniti non sono più al centro del mondo. La testa del serpente, il demonio, oggi è in Europa, dove dominano le grandi correnti anticristiane.

Qual è il futuro dell’umanità?

Un futuro di speranza se ci affidiamo alla protezione di Maria e lottiamo per vincere gli inganni di Satana.

IGNAZIO INGRAO

Questo articolo è già stato letto 1826 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi