Rivoluzione in arrivo per il Codice della Strada

Da il 14 aprile 2009

segnali stradali21 Rivoluzione in arrivo per il Codice della StradaE’ stata presentata di recente una nuova proposta di modifica del Codice della Strada, atta a migliorare la tutela della sicurezza stradale. La Commissione Trasporti della Camera ha selezionato una lunga serie di articoli che potrebbero portare una vera rivoluzione.

Pene decisamente più severe sono previste per i responsabili di sinistri stradali con esito mortale, in particolar modo per chi viene trovato alla guida in stato di ebbrezza o sotto gli effetti di droghe: ritiro e sospensione della patente per diversi anni, ammende salate e reclusione fino a 15 anni sono solo alcune delle misure che si intende introdurre.

Non solo repressione ma anche prevenzione: verrà creato un centro di coordinamento unico per avere dati di incidenti e viabilità in tempo reale, e verrà istituita una Direzione Generale per la Sicurezza Stradale che terrà conto dei proventi derivati dalle sanzioni amministrative comminate per trasgressioni al Codice della Strada.

Una serie di novità in arrivo per il codice stradale, tutte rivolte ad aumentare la sicurezza sulle strade. Sanzioni più severe, scatola nera a bordo della vettura, foglio rosa a 17 anni e divieto assoluto di alcol per giovani e autisti di professione. Queste le principali novità, che vediamo nel dettaglio.

Iniziamo dalle sanzioni che saranno più aspre: chi viene beccato a guidare con un tasso alcolemico superiore a 1,5 o è sotto effetto di sostanze stupefacenti, rischia sei mesi di carcere contro i tre mesi di prima. La novità in questo senso è il tasso alcolico zero per chi ha meno di 21 anni o per chi guida per lavoro.

Per quanto riguarda le vetture, si spinge per avere la scatola nera per ricostruire la condotta di guida dell’automobilista coinvolto in qualche incidente. Il tutto arriverà a breve al Consiglio Dei Ministri per farlo diventare una legge subito.

Questo articolo è già stato letto 1568 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi