S.O.S. Pediatri degli ospedali di Trento e Rovereto aiutate Cavalese!!

Da il 18 gennaio 2017
Bimbo bello

La riunione di lunedì 17 gennaio tenuta da Rossi/Bordon/Zeni ha fugato ufficialmente ogni dubbio:
Non è necessario svolgere 200 ore straordinarie per effettuare qualche turno all’ospedale di Cavalese.
Purtroppo siamo a rischio chiusura per una strategia che non vogliamo criticare, ma ciò che la direzione di pochi non ha potuto fare è possibile con il contributo di molti.

Se ognuno di voi accetta di aiutarci in questa fase transitoria accordando alcuni turni al mese su Cavalese, Roma non potrà obbligarci a chiudere e manterremmo quella dignità, quell’Autonomia e quella Solidarietà che necessarie per le persone che vivono in territori montani.

La direzione dell’APSS e l’Assessorato hanno garantito l’assunzione dei due pediatri in graduatoria e dei pediatri che si rendono disponibili in mobilità.

Da Alba e Ancona vi sono due pediatri neonatologi, il dott. Priora e il dott. Flumini frequentatori delle nostre Valli, pronti a spostarsi con la famiglia a Cavalese.

Con questa motivazione il dott. Arturo Giustardi, formatore e primario della Clinica di “Lourdes”di Napoli con 1500 nati annui ha dato la sua disponibilità al dott. Bordon e all’Assessore Zeni:

“Gent.mi,
leggendo il giornale con la notizia della imminente chiusura del centro nascita a Cavalese per carenza di pediatri,sono stato sorpreso.

Credo che per il grosso impegno formativo che è stato profuso sia giusto continuare ad lavorare per le famiglie che accedono al centro nascita.

Oggi si parla di chiusura di un centro nascita, ma altrove si parla di potenziare le case Maternità e di proporre il parto a domicilio.

Credo che quella di Cavalese possa essere una giusta mediazione tra la medicalizzazione e l’umanizzazione delle cure.

Io mi sento di poter dare una valida mano, prestando servizio al centro nascita e alla pediatria, sperando che con tutte le mie forze si riesca ad mantenere aperto il centro Nascita e pediatria.
cordiali saluti Dott.Arturo Giustardi”.

Pediatri in forza a Trento e Rovereto, adesso che le condizioni sono state chiarite, tornate sulla vostra decisione, aiutateci ad aiutare partorienti e bambini numerosi in questi mesi di attività invernale.

È sufficiente, in un primo tempo, riscrivere la vostra email specificando che la prima comunicazione è stata interpretata male e visto quanto discusso durante la riunione e pubblicato dalla stampa siete disposti per i turni a Cavalese.

Come diffuso dai media è già nostra cura proporre una formula con turno diurno e disponibilità notturna con un compenso adeguato pagato in tempo debito.

Il tempo stringe, per amore del vostro lavoro, fate presto.
Ve ne saremo grati a lungo e voi ricorderete per sempre questa scelta di concreta solidarietà.

Ringraziando anticipatamente ognuno di voi rimaniamo a disposizione per qualsiasi informazione complementare.

Alessandro Arici,

Portavoce di Parto per Fiemme e delle associazioni di Fiemme e Fassa aderenti all’iniziativa.

(errata corrige in video: Hanno ripreso un nostro errore parlando di 1200 “ore” mentre si tratta di “euro”! )

%name S.O.S. Pediatri degli ospedali di Trento e Rovereto aiutate Cavalese!!

Questo articolo è già stato letto 42063 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi