Serata informativa sul bacino di innevamento del Latemar

Da il 28 febbraio 2016
serata bacino innevamento latemar 2200

Questo articolo è già stato letto 39994 volte!

L’amministrazione Comunale di Predazzo

invita tutti i suoi cittadini alla serata informativa sulla proposta progettuale per la realizzazione

del bacino di innevamento piste presentata dalla società Latemar 2200 di Predazzo.

GIOVEDI’ ORE 20.30

PRESSO LA SALA CONSIGLIARE DEL COMUNE DI PREDAZZO

TUTTI SONO INVITATI A PARTECIPARE

serata bacino innevamento latemar 2200 722x1024 Serata informativa sul bacino di innevamento del Latemar

Mentre il dibattito dei pro e contro è già iniziato sui social network pubblichiamo il trailer del film Peak  che tratta questo argomento. (Il docu-film era stato proiettato il 6 marzo 2014 nel cinema di Predazzo.)

Viene ribadita l’importanza di essere presenti a  questa serata per essere informati su questa proposta con successivo dibattito.

PEAK Trailer

Le montagne ci attraggono e ci conquistano. A centinaia di migliaia i turisti giungono nel bianco paradiso delle montagne innevate.

E le Alpi offrono un aspetto in continua evoluzione.

La ricerca del paradiso in terra è antica quanto l’uomo. Per avere anche solo una fugace immagine di paradiso attraversiamo interi continenti, esploriamo i più remoti angoli della terra, ci immergiamo nelle profondità del mare e scaliamo le cime più impervie.

Ormai anche nei luoghi più selvaggi si è diffuso il turismo di massa, lasciando tracce indelebili nel paesaggio.

tognola neve 2015 Serata informativa sul bacino di innevamento del Latemar

E dunque il paradiso terrestre è in difficoltà.

A causa dei cambiamenti climatici e della mancanza di neve è stato necessario sviluppare imponenti mezzi tecnologici per produrre un paesaggio ideale svincolato dagli eventi di natura: le macchine scavano la terra, si creano sale computerizzate nel cuore dei monti, si innalzano torri, si allungano a terra tubi e cavi, gli spandi neve artificiale imbiancano incessantemente le piste.

Il paesaggio delle Alpi è ormai divenuto uno sconcertante ibrido di tecnologia e natura. Le stazioni sciistiche tendono ad aggiornare continuamente le loro tecniche: se così non fosse, il flusso turistico si arresterebbe bruscamente. Ma là dove maggiori sono i cambiamenti che l’habitat subisce, tanto più la bellezza viene addomesticata e rapidamente sparisce ai nostri occhi.

image Serata informativa sul bacino di innevamento del Latemar

Il film documentario “PEAK” ha osservato per un intero anno questo processo di trasformazione delle Alpi, scoprendo tutto ciò che è abitualmente nascosto ai turisti invernali sotto uno spesso manto di neve artificiale.

Il film segue le modifiche del paesaggio e le tracce inestinguibili lasciate dalle invasioni degli uomini.

“PEAK” pone anche alcune domande: sul rapporto che deve essere mantenuto tra natura e tecnologia, su quanto il paesaggio possa essere artificiale, o, in altri termini, quanto la neve artificiale debba somigliare a quella naturale per soddisfare e giustificare l’antichissimo bisogno degli uomini di un paradiso terrestre.

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi