Slitta a maggio il fine lavori della rotonda a nord di Predazzo

Da il 6 dicembre 2008

lavori Slitta a maggio il fine lavori della rotonda a nord di PredazzoSlitterà al prossimo mese di maggio la conclusione dei lavori per la nuova rotonda e lo svincolo a nord di Predazzo, in direzione di Moena, gestiti e finanziati direttamente dalla Provincia di Trento. Secondo le previsioni del dicembre dell’anno scorso, quando venne aperto ed inaugurato il nuovo ponte sull’Avisio, i lavori dovevano essere portati a termine entro il mese di luglio, poi la scadenza è stata dilazionata al 15 novembre, per essere quindi portata appunto alla primavera 2009. Il 21 dicembre 2007, come si ricorderà, ci fu la cerimonia di inaugurazione del nuovo «ponte della Birreria», come viene storicamente chiamato il manufatto, addirittura in anticipo sui tempi previsti, grazie all’ottimo lavoro portato avanti con grande celerità ed impegno dalla impresa Trento Strade di Tione, che aveva vinto l’appalto. I lavori, secondo la Provincia, avrebbero potuto continuare anche durante l’inverno, ma poi, come richiesto dal Comune di Predazzo, sono stati sospesi per comprensibili motivi di carattere ambientale, legati anche al traffico intenso della stagione turistica. Sono quindi ripresi subito dopo Pasqua (tra l’altro molto bassa, a fine marzo), dopo una interruzione di tre mesi, che ha fatto ovviamente slittare i tempi della consegna a novembre. La Trento Strade ha lavorato fino ad agosto. Poi è accaduto l’imprevedibile. La ditta si è trovata in difficoltà finanziarie ed ha rischiato il fallimento. A quel punto, per fortuna, come ha confermato l’assessore comunale ai lavori pubblici Costantino Di Cocco , è subentrata, attraverso un concordato preventivo, la Cclm (Cooperativa Costruttori Lavoranti Muratori) di Milano, la quale ha accettato lo «stato di consistenza» (in sostanza una presa d’atto della situazione esistente) e si è impegnata a portare a termine i lavori nel più breve tempo possibile. Nel frattempo, peraltro, erano trascorsi altri tre mesi, per cui si è potuto ricominciare soltanto all’inizio di novembre e di conseguenza la conclusione è slittata all’anno prossimo. «Intanto comunque – ha chiarito Di Cocco – d’accordo con la Provincia, abbiamo chiesto la realizzazione di una rotatoria provvisoria, al fine di garantire la viabilità durante la stagione della neve, con prevedibile traffico intenso, specialmente nel periodo di Natale e fine anno. La nuova ditta ha assunto gli operai della Trento Strade e ne ha aggiunti di propri. Attualmente lavorano in undici, quattro muratori, due escavatoristi e quattro idraulici, mentre sono stati anche avviati i lavori per la sistemazione dei sottoservizi, acquedotto, luce, gas, linee telefoniche. Mi auguro, condizioni del tempo permettendo, che si arrivi alla conclusione nei tempi stabiliti ultimamente. Ma il ritardo non è sicuramente da imputare all’incuria né del Comune né della Provincia, che anzi ringrazio per l’attenzione con la quale ha seguito l’intera vicenda. Ringrazio anche il responsabile di cantiere geometra Andrea Dabagno. Ora davvero non ci dovrebbero essere più intoppi».

Mario Felicetti

Questo articolo è già stato letto 1320 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi