Soccorsi 9 ragazzi al Bivacco Aldo Moro sul Lagorai

Da il 26 luglio 2014
aiut alpin dolomites elisoccorso estate

Intervento del Soccorso Alpino con l’ausilio dell’elicottero oggi pomeriggio per salvare nove scout bloccati a quota 2.500 metri sul Lagorai.

Il gruppo, composto da giovani ventenni provenienti da Dolo e dalla provincia di Venezia, era partito due giorni fa per trascorrere tre giorni tra le vette del Lagorai.  Oggi era prevista l’ultima tappa e il rientro a valle, dove li attendevano i parenti. Nonostante le avverse condizioni meteo il gruppo di scout questa mattina ha intrapreso l’ultima escursione, partendo dal Bivacco Aldo Moro (quota 2.565 metri) con l’obiettivo di raggiungere Cima Cece (2.754 metri), la vetta più alta del Lagorai.

n568us Soccorsi 9 ragazzi al Bivacco Aldo Moro sul Lagorai

A metà percorso, a quota 2.500 metri circa, mentre attraversavano alcuni nevai, dove sono scivolati più volte per le cattive condizioni delle neve, a causa del freddo, della pioggia e della nebbia, i giovani non sono stati più in grado di andare avanti o di tornare indietro.

%name Soccorsi 9 ragazzi al Bivacco Aldo Moro sul Lagorai

Non essendo ben attrezzati e infreddoliti, alle 13.30 hanno chiamato il 118. Il Soccorso alpino ha inviato sul posto due squadre di tecnici, che hanno raggiunto la zona dal Primiero e da Predazzo, dalla Val Maggiore, insieme a una squadra del Soccorso alpino della guardia di finanza di Passo Rolle, per un totale di circa 15 soccorritori.

Uno squarcio tra le nuvole ha consentito il decollo di un elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites, che è riuscito a recuperare i giovani, trasportandoli su un vicino nevaio della Val Maggiore, dove si sono concentrati i soccorsi per portare gli scout a valle. Le loro condizioni di salute vengono riferite buone, anche se molto infreddoliti.

(trentinocorrierealpi.gelocal.it/)

aiut alpin dolomites elisoccorso estate Soccorsi 9 ragazzi al Bivacco Aldo Moro sul Lagorai

Questo articolo è già stato letto 51577 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi