Sono oltre 2000 i Comuni italiani che vietano i botti di capodanno

Da il 31 dicembre 2011

Sono davvero tanti i comuni che hanno emesso ordinanze contro i botti di capodanno, moltissimi si sono aggiunte in queste ultime ore. A questi vanno aggiunti centinaia di comuni in cui il divieto di sparare petardi ed altri botti nelle vicinanze di case, cascinali, boschi o posti all’aperto dove è possibile far scaturire un incendio è gia inserito nei regolamenti municipali di polizia locale. %name Sono oltre 2000 i Comuni italiani che vietano i botti di capodanno

Complessivamente, anche se farne un elenco esatto risulta quasi impossibile, sono circa 2mila i comuni italiani in cui questa sera dovrebbe essere proibito sparare. Un record assoluto, inimmaginabile fino a qualche giorno fa.

Tra le città principali: Torino, Venezia, Firenze, Modena, Milano, Messina, La Spezia, Palermo, Cosenza, Bari, Lecco, Agrigento, Pesaro, Asti, Siena, Olbia, Sassari, Brindisi e Cosenza.

%name Sono oltre 2000 i Comuni italiani che vietano i botti di capodannoL’ordinanza vieta l’uso di tutti i ‘botti’, anche quelli di libero acquisto.

I trasgressori rischiano una multa da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro. Alla Spezia chi utilizzera’ petardi o fuochi d’artificio in luoghi pubblici o comunque affollati andra’ incontro ad una multa fino a 500 euro.

Attendiamo insieme di conoscere il nome del primo Comune di Fiemme e Fassa che emetterà l’ordinanza contro i botti di capodanno.

Questo articolo è già stato letto 2331 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi