A Tesero due serate con il Filmfestival della Montagna

Da il 28 maggio 2011

La biblioteca di Tesero in collaborazione con la SAT Sezione di Tesero e il Trento Filmfestival della Montagna propone due serate di proiezione di film presentati a Trento a cavallo tra aprile e maggio scorsi nell’ambito della 59° edizione di questa importante manifestazione che porta in Provincia la migliore produzione di film d’autore a livello internazionale per quanto riguarda i film di montagna, avventura, esplorazione. Un programma all’insegna di una ricca proposta di film narrativi e documentari d’autore che presentano racconti emozionanti di uomini in relazione agli spazi della natura, oltre che agli spazi della montagna e dell’avventura

L’appuntamento è per mercoledì 1 e mercoledì 8 giugno 2011 presso il Cinema comunale di Tesero con inizio alle ore 20.45.

Il programma prevede per mercoledì 01 giugno 2011 i seguenti film:

*Parole, valori e colori

Andrea Gris – Italia, 2011 – Sezione Eventi (9’)

*Linea continua

Hervé Barmasse, Damiano Levati, Giacomo Berthet – Italia, 2010 – Sezione Alp&Ism (17’)

* Dire fare arrampicare

Davide Torri – Italia, 2011 – Sezione Sezione Alp&Ism  (20’)

* Piedra del Luz

Sebastián Álvaro Lomba – Spagna, 2010 Sezione Alp&Ism  (48’).

* Muy caliente!

Dave Brown – Regno Unito, 2010 – Sezione Sezione Alp&Ism  (14’)

Durante le proiezioni di mercoledì 1 giugno sarà presente in sala il protagonista di uno dei film Almo Giambisi, gestore del Rifugio Antermoja sul Catinaccio.

Mercoledì 08 giugno, invece, saranno proiettati i film

* Panaroma

Jordi Canyigueral  – Spagna, 2010 – Sezione Alp&Ism (4’)

* Carnia Monte Rosa: il mito è Sylvain Saudan

Giampalo Penco – Italia, 2010 – Sezione Alp&Ism (30’)

* Il corridore

Paolo Casalis, Stefano Scarafia– Italia, 2009 – Sezione Alp&Ism (52’)

* Schachmatt – Die Rieglebrothers

Eduardo Gellner – Austria, 2010 – Sezione Alp&Ism (26’)

L’offerta culturale a livello provinciale è spesso di alto livello, tante volte, però, tempi e distanze impediscono alla maggior parte di coloro che non vivono nei centri più grandi, di poterne beneficiare. Il Trento FilmFestival è una di queste proposte di grande pregio. Con la loro iniziativa il Comune di Tesero attraverso la biblioteca mira a creare in zona delle occasioni affinché sia più facile per tutti poter partecipare a questi grandi eventi, o almeno averne un assaggio. Anche per questo, la proposta è stata volutamente fatta in questo periodo, e non durante la stagione turistica, quando gli impegni di lavoro impediscono ai più di intervenire agli appuntamenti.

I film in programma sono stati scelti in collaborazione con la SAT Sezione di Tesero, che ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa che, negli scorsi anni, ha richiamato diverse persone amanti della montagna.

Durante le proiezioni, nell’atrio del Cinema saranno esposti dei materiali del TrentoFilmfestival e una selezione di libri della biblioteca dedicati alla montagna, all’alpinismo e all’ambiente naturale.

Tutti gli appassionati, e non solo, sono invitati. L’ingresso è libero per tutti.

____________________

SCHEDE DEI FILM

*Parole, valori e colori

Andrea Gris – Italia, 2011 – Sezione Eventi

La proiezione in un viaggio mentale, rilassante e colorato; un omaggio alle Dolomiti tra le parole di Erri De Luca e Mauro Corona e gli scatti di due attenti fotografi

*Linea continua

Hervé Barmasse, Damiano Levati, Giacomo Berthet – Italia, 2010 – Sezione Alp&Ism

Quattro generazioni, un solo obiettivo: andar per monti alla ricerca dell’avventura. Questa è la famiglia Barmasse di Valtournenche, montanari, alpinisti, esploratori e guide alpine del Cervino. Il 17 marzo 2010, a distanza di una generazione, padre e figlio si legano in cordata per salire quel canalone che, dall’Enjambée, precipita per 1200 m verso la base della parete Sud del Cervino. Un vecchio progetto tentato 24 anni prima dal padre Marco ed oggi ripreso dal figlio Hervé. Una via difficile ancora irrisolta nel 2010.

* Dire fare arrampicare

Davide Torri – Italia, 2011 – Sezione Sezione Alp&Ism

Almo Giambisi è guida alpina, eccellente alpinista, da 20 anni gestore del Rifugio Antermoja sul Catinaccio ma, soprattutto, è una persona con profonde amicizie con molti alpinisti che hanno trovato in lui una figura su cui contare anche e soprattutto nei momenti difficili. Questo film ci porta dietro le quinte del Rifugio Antermoja e ci fa scoprire come, anche nella gestione di un rifugio di grande valore storico, ci voglia sempre saggezza e simpatia.

* Piedra del Luz

Sebastián Álvaro Lomba – Spagna, 2010 Sezione Alp&Ism  (48’).

Il Gasherbrum IV con i suoi 7925 metri è probabilmente la vetta più bella del Karakorum, l’unica in grado di oscurare l’imponente massa rocciosa del K2. Fu conquistata il 6 agosto 1958 dagli alpinisti italiani Walter Bonatti e Carlo Mauri. Cinquant’anni dopo quella grande impresa, un gruppo di cinque amici, Alberto Iñurrategui, José Carlos Tamayo, Mikel Zabala, Juan Vallejo e Ferran Latorre, decide di affrontare questo colosso, simbolo di inaccessibilità. E’ la fine di un lungo cammino e l’inizio di una grande storia di amicizia tra le montagne.

* Muy caliente!

Dave Brown – Regno Unito, 2010 – Sezione Sezione Alp&Ism

Tim Emmett, uno dei più talentuosi climber della Gran Bretagna, apre una nuova via sulla falesia costiera di Pembroke nel sud del Galles, una “lavagna” verticale di difficile interpretazione che richiede una scalata delicata e di grande decisione.

* Panaroma

Jordi Canyigueral  – Spagna, 2010 – Sezione Alp&Ism

I climber Iker ed Eneko Pou si trovano faccia a faccia con Pan Aroma, una delle più conosciute vie d’arrampicata del mondo, nell’incredibile scenario delle Tre Cime di Lavaredo.

* Carnia Monte Rosa: il mito è Sylvain Saudan

Giampalo Penco – Italia, 2010 – Sezione Alp&Ism

Sylvain Saudan è l’iniziatore dello sci estremo. Luciano De Crignis l’ha sempre avuto come punto di riferimento. Entrambi montanari, hanno sviluppato un rapporto di rara intensità con l’ambiente che sfidano. Due persone abituate a vivere senza fare compromessi, abituate a fare solo quello in cui credono. Luciano vuole rifare con Fabio Iacchini, una delle prime grandi discese di sci estremo, il canalone Marinelli sul Monte Rosa, percorso nel 1968 da Saudan.

* Il corridore

Paolo Casalis, Stefano Scarafia– Italia, 2009 – Sezione Alp&Ism

Marco Olmo è una leggenda vivente della corsa estrema. Dopo essere stato contadino, camionista, operaio nel cementificio del paese e aver lavorato per vent’anni in cava, ha fatto della corsa la sua ragione di vita per riscattarsi da un destino amaro. A 60 anni ha vinto l’Ultra Trail du Mont Blanc, la gara di resistenza più importante e dura al mondo.

* Schachmatt – Die Rieglebrothers

Eduardo Gellner – Austria, 2010 – Sezione Alp&Ism

I fratelli Florian e Martin Riegler decidono di tentare una difficile prima invernale sul Gran Zebru nel gruppo dell’Ortles. In questo film  non solo la loro spettacolare impresa, ma anche la ricerca del senso della vita, dell’affermazione personale e la lotta contro una grave malattia.

————————————–

Per ulteriori informazioni:

Biblioteca di Tesero  – tel. 0462 814806  tesero@biblio.infotn.it

www.trentofestival.it

Questo articolo è già stato letto 1757 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi