Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

Da il 17 novembre 2016
claudio-deflorian-deltaplano-garda

Intervista a Claudio Deflorian (sesto) di Predazzo, classe 1964 e 31 anni di volo libero. Per un soffio secondo nel Campionato Italiano Cross Coutry XCItalia 2016, figura attualmente al  10° posto nel ranking mondiale.

Primi freddi vuol dire fine dei voli con parapendio e deltaplano

Molti di noi alzando gli occhi al cielo avranno visto colorati oggetti volanti che si spostano sopra le cime sotto i cumuli estivi. Per la precisione il parapendio ha la forma di paracadute, il deltaplano assomiglia di più ad un aereo senza motore.

I praticanti in valle sono in aumento grazie alla morfologia del ns territorio, alla facilità di raggiungere i decolli con le cabinovie, agli innumerevoli prati dove possono atterrare dolcemente, grazie alla scuola di volo libero capitanata da Danilo Angius e Manuel Zeni.

In questi giorni veniamo a conoscenza che uno dei TOP GUN italiani del Volo Libero è della Val di Fiemme anzi di Predazzo, un veterano del volo visti i suoi 31 anni di attività (classe 1964) con più di 1000 voli, 3000 ore di volo e oltre 40000 km ( + del il giro del mondo) percorsi senza uso di energia a motore ma solo sfruttando le correnti d’aria che la natura offre.

claudio deflorian deltaplano Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

Da sempre pioniere di questo sport, quest’ anno si è dedicato in particolare alle competizioni e lo abbiamo intervistato per saperne di più…

Ciao Claudio, davvero importanti i numeri che abbiamo appena letto, raccontaci cosa si prova a volare con il deltaplano o con il parapendio.

    Be…tutti ormai abbiamo provato la sensazione del volo, quella con gli aerei di linea, magari anche con alcune attrazioni a Gardaland,  facendo un bel salto con gli sci o un tuffo; un misto di paura (poca ma che ci deve essere sempre), incredulità (facendo pochi passi ci si alza in volo), soddisfazione (assemblare pochi tubi e una vela in poco tempo e decollare), stupore (nell’ ammirare i paesi montagne laghi dall’alto),  fatica (anche più di 7 ore di volo per compiere 200 km di distanza), allegria (raccontarsi alla sera in pizzeria le sensazioni, difficoltà, piaceri sul volo appena concluso)….banalmente direi bello ma difficile descriverlo.

Il mio istruttore qualche decennio fa ormai ripeteva la frase di Leonardo Da Vinci : Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché là siete stati e là desidererete tornare

parapendio volo su predazzo Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

Ma non è rischioso?

Fino a qualche anno fa era considerato sport ad alto rischio, ora ci sono sport molto più in voga e rischiosi come il base camping per citarne uno con cui abbiamo analogie, ma con la tecnologia e la ricerca sui materiali il delta e parapendio hanno perso quella notorietà di sport estremo e ne sono contento.

Ora abbiamo tubi in carbonio, vele in tessuti super resistenti, conoscenze tecnologiche, conoscenze meteo che ci portano ad affrontare il volo in completa sicurezza. Quando la mia mamma mi chiedeva “dove vai?” e io gli rispondevo a Canazei o  Bassano  a volare e lei: “ ma non è pericoloso?” Io ribattevo” si effettivamente andare fino in decollo in auto, in autostrada o su certe strade si …è rischioso”

Di per sé il deltaplano vola e non si rompe; siamo noi con le nostre azioni a farlo precipitare eventualmente.

claudio deflorian deltaplano su torbole garda 1024x571 Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

La stagione come è andata?

Quest’ anno ho voluto partecipare ad alcune gare nazionali e internazionali  che si svolgono con l’ausilio dei GPS su percorsi predeterminati anche di 100 km di distanza decollando da pendii come a Bassano, a Gemona, a Camerino visto che è diventato purtroppo famoso  per il terremoto.

Nel campionato triveneto dopo 5 manche sarei stato primo ma per un piccolo errore finale sono passato secondo; nel Campionato Italiano Cross Coutry XCItalia  ho concluso 2° con 3 voli sopra i 200 km che nel ranking mondiale mi hanno portato al 10° posto.

Il più bel volo del 2016?  

Decollato dal Rodella a Canazei poi via fino in Panarotta ritorno lungo tutto il Lagorai fino a Fiera di Primiero per poi rientrare in val di Fassa andando prima fino sopra a Brunico toccando i 4500 mt di quota (7.30 h per 200 km. Senza bere e mangiare)

E da Predazzo? 

Quando abbiamo costruito la Pedana ai Cervi, con uno spray avevo disegnato sulle assi in legno, una freccia rossa  con scritto “per Lienz”; io e i mie amici Fabio e Stefano Giongo ci siamo arrivati facendoci recuperare con l’auto dalle mogli. Comunque spesso arriviamo in Marmolada da Predazzo, giriamo le cime del Sasso Lungo e Pordoi per poi rientrare.

claudio deflorian deltaplano predazzo Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

Raccontaci del tuo atterraggio sulla cima Marmolada

Si qualche anno fa sono arrivato sopra Punta Penia e mi sono detto: perché non atterrare e detto fatto mi sono piantato sulla cima in mezzo alla neve (un pochino dei sangue al naso ma il ghiaccio lo avevo fra le mani). Delta intatto ma il problema era ridecollare perché avevo bisogno di vento frontale e quel giorno era da sud e non nord. Ho trovato delle assi nel rifugio e aiutato da due tedeschi ho portato il deltaplano sul ciglio della parete sud e con esse appoggiate sui sassi ho vagamente ricostruito una pedana.

Senza paura mi sono lanciato dalla parete sud affondando per parecchi metri nell’ aria fredda della sera ma per poi riguadagnare quota e fare ritorno a casa (le foto fatte sulla cima sono arrivate sulle riviste fino in Germania).

claudio deflorian deltaplano marmolada Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

Per il futuro?

Tanti sogni del resto chi vola è ….un sognatore…che si realizza

claudio deflorian deltaplano partenza Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

VEDI ALTRI VOLI DI CLAUDIO DEFLORIAN 

claudio deflorian deltaplano garda Claudio Deflorian, volare sopra i sogni con il deltaplano

Questo articolo è già stato letto 68712 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi