Fulmine disintegra parte della cima del Castellazzo

Da il 17 luglio 2012

di Pino Dellasega – Il temporale che si è scatenato a Passo Rolle la  notte di domenica 15 luglio è sicuramente uno di quegli eventi rari, ma che ultimamene sempre più spesso accadono. Fulmini e tuoni, pioggia torrenziale e una tempesta di grandine ha colpito le Pale di San Martino.

Eventi prevedibili in montagna, ma vi assicuro che i fulmini che sono caduti quella notte sono di straordinaria potenza, come testimoniato anche dalla titolare della Capanna Cervino Elena Mich. Ieri sono salito sulla cima del Castellazzo e sono rimasto pietrificato nel vedere che la sua Cima è stata in parte disintegrata da uno di questi fulmini. Una roccia di 30 quintali completamente spazzata via e frantumata, con la piccola croce in legno che ricorda la guerra mondiale ridotta a sembrare un palo più di una croce. Il fulmine ha aperto un varco e riempito la sottostante trincea di appostamento che caratterizzava la cima.DSC 0342 800x600 150x150 Fulmine disintegra parte della cima del Castellazzo

Un temporale che in un attimo ha danneggiato un po tutta la fioritura della zona, dai rododendri, all’arnica e alle stupende stelle alpine che proprio in questi giorni raggiungevano il massimo della loro bellezza.

Ho sistemato al meglio la croce riportandola alla sua naturale bellezza, ma quello che è certo che qualche cosa è cambiato in quel piccolo angolo di paradiso, e questa volta non per colpa dell’uomo, ma per eventi naturali, che un pò alla volta vedono le meravigliose Dolomiti perdere qualche pezzo e nell’arco di milioni di anni chissà……. forse scomparire……..

DSC 0344 800x600 150x150 Fulmine disintegra parte della cima del CastellazzoPochi metri più in basso, candido come la neve, il Cristo pensante ha osservato tutto, impassibile di fronte a questi eventi, ma pur sempre assorto nel suo pensiero, sotto la grande croce in cortèn.

Ancora una volta non possiamo non pensare alla potenza e alla forza della natura, quando si scatena…… (Pino Dellasega)

Questo articolo è già stato letto 2127 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi