L’altra faccia della Cina, lavori forzati e contraffazione ai danni della nostra economia

Da il 8 ottobre 2012

Milioni di cinesi vengono condannati ai lavori forzati nei Laogai o importati clandestinamente e messi a lavorare come schiavi sul nostro territorio italiano in laboratori clandestini, danneggiando la nostra economia e le nostre imprese. La LAOGAI RESEARCH FOUNDATION ITALIA ONLUS denuncia questa piaga del lavoro forzato e promuove risoluzioni e leggi per contrastarla (clicca qui  per le mozioni e la proposta di legge).  

Mozione del Consiglio Comunale di Trento 

Mozione della regione Trentino Alto Adige

 il libro nero della contraffazione1 Laltra faccia della Cina, lavori forzati e contraffazione ai danni della nostra economiaLeggi qui le ultime notizie sull’altra faccia della Cinawww.laogai.it

 - L’ultima bambina: clicca qui per leggere l’articolo

- Dopo le “religioni fallite” di Mao e di Deng, la Cina cerca Dio: clicca qui per leggere l’articolo

- Chen Guangcheng: la Apple blocchi gli aborti forzati in Cina: clicca qui per leggere l’articolo

- Microsoft accusa Cina: “prepara cyber-guerra con virus Nitol-A” : clicca qui per leggere l’articolo

- “Foxconn, condizioni di lavoro disumane”, la denuncia di un giornalista infiltrato: clicca qui per leggere l’articolo

- Il libro nero della contraffazione: clicca qui per leggere l’articolo

Banca Dati sui campi laogai, aggiornata al 2012

La Laogai Research Foundation USA ha aggiornato i dati conosciuti sui campi Laogai al 2012. Laogai map in china Laltra faccia della Cina, lavori forzati e contraffazione ai danni della nostra economiaClicca qui (www.laogaiarchives.org) per accedere alla banca dati. Ti devi registrare cliccando su “join” e poi potrai accedere a tutte le informazioni (in inglese) che abbiamo sui Laogai in Cina.

Per altre informazioni clicca qui e leggi le pagine di introduzione in inglese

Esecuzioni capitali

Oggi migliaia di persone, accusate spesso nel corso di processi sommari, sono condannate a morte in Cina mediante la fucilazione, eseguita di frequente  davanti ad un pubblico appositamente convocato che include studenti universitari, scolaresche delle scuole medie e parenti dei condannati, cui inoltre spetta l’onere di pagare il costo delle pallottole usate contro i loro congiunti. Continua dai tempi di Mao Zedong l’uso di trasportare i condannati al luogo dell’esecuzione su autocarri scoperti. Tutti quelli che assistono debbono meditare sulle tragiche conseguenze cui conduce trasgredire la legge, giusta o ingiusta che sia.

Amnesty International e altre organizzazioni umanitarie internazionali segnalano da tempo questa orribile pratica. Nel Rapporto 2008 Amnesty International denuncia le migliaia di esecuzioni e l’aumento di iniezioni letali per uccidere i prigionieri e facilitare l’espianto di organi freschi, nonché gli alti profitti derivanti dalla loro vendita, ma i dettagli delle esecuzioni delle migliaia di persone uccise ogni anno in Cina sono un segreto di stato.

Questo articolo è già stato letto 2577 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi