Predazzo, a Gianpiero Andreatta l’onorificienza di «Ufficiale» al merito della Repubblica Italiana.

Da il 22 marzo 2009

FORESTALE Predazzo, a Gianpiero Andreatta l’onorificienza di «Ufficiale» al merito della Repubblica Italiana.PREDAZZO – Doveva essere premiato lo scorso 17 dicembre a Trento, presso il Commissariato del Governo, ma la partecipazione ad un importante corso a Roma gli ha impedito di essere presente. E allora ci ha pensato il sindaco di Predazzo Silvano Longo a consegnare a Gianpiero Andreatta l’onorificienza di «Ufficiale» al merito della Repubblica Italiana. La cerimonia si è svolta nei giorni scorsi in municipio, dove Andreatta ha ricevuto l’importante attestato direttamente dalle mani del primo cittadino. Un personaggio molto conosciuto a Predazzo, dove è nato il 10 agosto 1964 e dove ritorna spesso a trovare la madre, la professoressa Maria Rossi , anche se vive e lavora a Ravenna. Qui, da pochi giorni, è stato tra l’altro nominato comandante generale del Corpo Forestale di questa provincia. Gianpiero Andreatta è entrato nella Forestale nel 1989, prendendo servizio proprio a Ravenna. Poi ha lavorato a Cittaducale, presso il Comando della Scuola Allievi, come comandante di battaglione e docente di materie forestali, quindi a Brescia, dal 1997 al 2000, poi, dal 2002 al 2006, a Feltre (Belluno) presso l’Ufficio di Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, per tornare nuovamente a Ravenna tre anni fa nel ruolo di comandante dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità, prima dell’ultima promozione sopra ricordata. Il 27 dicembre del 2003, aveva già ottenuto l’onorificienza di Cavaliere, per i meriti acquisiti nell’espletamento di un’attività che lo ha sempre contraddistinto per dedizione, impegno, professionalità a rendimento elevato, «evidenziando» dice la motivazione del titolo di Ufficiale «uno spiccato senso del dovere, conseguendo risultati oltremodo lusinghieri e confermandosi sempre come valido aiuto per i superiori e costante punto di riferimento ed esempio per i collaboratori. Dotato di notevole spirito di iniziativa, ha svolto funzioni di elevata responsabilità, distinguendosi per competenza, capacità organizzative ed obiettivi raggiunti». Gianpiero Andreatta si è distinto anche per l’impegno profuso al comando dei reparti antibracconaggio in Aspromonte e nelle valli bresciane, partecipando inoltre a diverse missioni all’estero, nel 1999 in Albania, dal 2002 al 2005 in Kossovo, Siria ed Iraq, dove ha tenuto dei corsi di istruzione e formazione, sempre in ambito forestale. Da non dimenticare infine la pubblicazione di numerosi articoli scientifici sulle principali riviste nazionali di settore, che hanno offerto importanti contributi al mondo accademico, oltre ad un ammirevole impegno nel sociale, attraverso molteplici contatti con associazioni di volontariato che svolgono attività con persone diversamente abili e diversi incontri su tematiche forestali e di educazione ambientale. Meritatissima dunque questa onorificienza, per un concittadino illustre che, ha ribadito il sindaco, rappresenta un motivo di vanto e di orgoglio per l’intera comunità predazzana.
MARIO FELICETTI

Questo articolo è già stato letto 4701 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi