Predazzo – Passo Feudo, la crisi sul filo

Da il 21 marzo 2014
latemar passo feudo predazzo impianti fermi

E’ fermo da più di un mese il collegamento tra Predazzo e la Ski Area del Latemar.  

Dopo la forzata chiusura della stazione sciistica di Predazzo a causa dello spostamento di un pilone della seggiovia Gardonè-Passo Feudo, dovuto ad una pesantissima massa di neve bagnata che è lentamente scivolata verso il basso nella notte tra il 13 ed il 14 febbraio scorsi.  Le conseguenze sono state pesanti in tutto il comparto turistico del comprensorio sciistico Latemar 2200 che ha coinvolto una quarantina di lavoratori.

Senza dimenticare le conseguenze, anch’esse pesanti, per le zone sciistiche di Pampeago e Obereggen, che stanno soffrendo molto dopo l’interruzione del collegamento con Predazzo. Si parla complessivamente di circa 900.000 passaggi in meno con una perdita di oltre un milione e mezzo di euro. In totale dunque, i danni per lo Ski Center sono quantificabili in quasi 4 milioni di euro, con un’altra spesa importante nel 2015, quando è prevista la revisione ordinaria degli impianti.

Intanto a Predazzo si lavora per ripristinare l’impianto in vista dell’estate.

valanga danneggia seggiovia gardone passo feudo aggiornamento 20.2.2014 Predazzo   Passo Feudo, la crisi sul filo

Questo articolo è già stato letto 36461 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi