Top Kill. Video diretta dal Golfo del Messico, tentativo di chiudere la falla della fuoruscita del petrolio.

Da il 1 giugno 2010

Immagini in diretta dal golfo del messico, tentativo di riparare la falla a 1500 metri di profondità. La BP, la società che è responsabile della piattaforma petrolifera, ha pubblicato ora il primo filmato della falla sottomarina alle tubature da cui fuoriesce il petrolio, la conduttura spezzata che si trova a1500 metri di profondità nel mare.

  • Il filmato fa vedere come sgorga il petrolio, la falla che riversa in mare tonnellate di greggio al giorno (sinora sono fuoriusciti in mare quindici milioni di litri di petrolio).I vari tentativi si fermare questa fuoriuscita sono finora tutti falliti, anche se i tecnici che stanno lavorando per arginare il disastro ambientale sperano di poter trovare una soluzione in breve tempo, cosa che tutti ci auguriamo.
  • Per vedere la diretta clicca sull’immagine sottostante.falla petrolio messico blog predazzo Top Kill. Video diretta dal Golfo del Messico, tentativo di chiudere la falla della fuoruscita del petrolio.La marina degli Stati Uniti ha dato il via libera definitivo all’opreazione denominata “top kill“, l’estremo tentativo

di chiudere la falla che sta provocando un disastro ambientale senza precedenti nel Golfo del Messico.L’autorizzazione consente alla Bp, ancora oggi responsabile delle operazioni di gestione e risoluzione dell’emergenza, di procedere immediatamente.L’operazione “top kill”, come descritto dal video ufficiale diffuso su Youtube che qui vi proponiamo, consiste nell’usare il famigerato “siringone“, che fin qui è servito per raccogliere parte del petrolio fuoriuscito, per “sparare” fluidi in profondità. Inizialmente si dovrebbe trattare di fango, che dovrebbe servire a rallentare la perdita e diminuire la pressione.In seguito invece sarà spruzzato nel tubo delcemento a presa rapida, che dovrebbe riuscire a tappare definitivamente quel buco.Tony Hayward, amministratore delegato della Bp, ha detto che ci sono possibilità di successo “intorno al 60-70%” anche se c’è l’incognita di un’operazione mai tentata prima a simili profondità.Se non dovesse funzionare e la valvola dovesse venire danneggiata, la quantità di petrolio dispersa potrebbe aumentare.

  • [youtube v4YG7J-Ws6k]

Questo articolo è già stato letto 2297 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi