22 marzo 2010 – Giornata Mondiale dell’Acqua – WaterDay

Da il 22 marzo 2010

acqua 22 marzo 2010   Giornata Mondiale dell’Acqua   WaterDay Si festeggia oggi in tutto il mondo la giornata dell’acqua, istituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Il messaggio per il 2010 è: “Acqua pulita per un mondo sano”.  Il segretario delle Nazioni Unite, Ban-Ki-Moon, ha affermato, a proposito della crescente carenza di acqua, che “anche le nazioni più ricche del mondo non sono immuni”. Gli fa eco Mark Smith, direttore del programma per l’acqua dell’Unione Internazionale per la conservazione della natura (IUCN) che concorda sul fatto che sta assisteremo ad una crisi mondiale delle risorse idriche.Questo quadro di penuria della risorsa idrica aggraverà ancora di più la situazione nei paesi poveri del mondo, solo in Africa, gli scienziati stimano che entro il 2020, da 75 a 250 milioni di persone dovranno affrontare una crisi idrica senza precedenti.Questo comporterà un aumento del tasso di mortalità, ma anche l’inizio di guerre per il controllo dell’acqua, come già sta avvenendo in Darfur.Oltre a ciò, la carenza d’acqua comporterà un crescente flusso migratorio dai paesi poveri vero i paesi più ricchi, con possibili scontri sociali ed un aumento della povertà.La minore disponibilità d’acqua è dovuta principalmente ai cambiamenti climatici, ma non può essere valutata come l’unica causa, non bisogna dimenticare, come dichiarato in occasione del Forum Mondiale sull’acqua di Istanbul, che anche il crescente aumento demografico incide sulla scarsità di risorsa idrica disponibile.Nei paesi occidentali si parla molto di spreco dell’acqua e di risparmio idrico, questo obiettivi di efficienza nell’uso dell’”oro blu”, per divenire concreti, hanno bisogno di politiche di supporto attuate a livello governativo che supportino azioni concrete di buon uso della risorsa idrica.In molti paesi si stanno ristrutturando le reti idriche in modo da rendere più efficaci, eliminando gli sprechi legati all’obsolescenza delle condutture d’acqua.L’adozione di sistemi di depurazione su larga scala delle acque reflue si prospettano come una buona soluzione per risparmiare acqua, gli impianti di desalinizzazione o la perforazione a quote sempre più basse o ancora le reti di drenaggio dell’acqua piovana dotati di serbatoi di accumulo sono misure in grado di rendere disponibile la risorsa idrica, ma ognuno di noi non può e non deve rimanere indifferente. Ognuno può contribuire a risparmiare acqua con atteggiamenti attenti, facendo attenzione con il proprio comportamento quotidiano può arrivare a risparmiare anche 200 litri di acqua al giorno.Alcune azioni virtuose da realizzare nel quotidiano senza troppa fatica possono essere:riempire il bicchiere solo della quantità di acqua che si intende bere per non lasciarla e buttarla via;riutilizzare l’acqua del deumidificatore e del lavaggio delle verdure e della frutta, utilizzabile per annaffiare il giardino;non lavare gli ortaggi e la frutta e la verdura sotto l’acqua corrente ma utilizzare sempre un recipiente;chiudere sempre bene i rubinetti e monitorare i tubi per evitare perdite;utilizzare lavatrici e lavastoviglie a basso consumo di acqua e sempre a pieno carico;chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti, la faccia o ci si fa barba;preferire la doccia al bagno purché la doccia sia breve;lavare l’auto, la bici, la moto usando il secchio;annaffiare il giardino la sera e preferire l’irrigazione a goccia.Sul sito delle Nazioni Unite dedicato alla giornata sono disponibili materiali sull’argomento, fra i quali una vera e propria guida alle buone pratiche per dare il proprio contributo personale per contribuire a salvaguardare la qualità dell’acqua ed evitarne lo spreco.Per chi vuole approfondire:http://www.unwater.org/worldwaterday/flashindex.html                                          Tra le tante iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla preziosità dell’acqua anche una manifestazione attraverso facebook e twitter. In pratica per una settimana, proprio dal 22 al 26 marzo si sostituisce la propria foto con quella del logo dedicato alla settimana dell’acqua e si accettano due post al giorno che serviranno a spiegare ai nostri amici cosa si può fare praticamente per aiutare chi l’acqua non ce l’ha. La nostra foto tornerà automaticamente il 26 marzo.L’obiettivo di questa donazione di status è far girare il più possibile l’informazione sui due social network più potenti della rete: a oggi quasi un miliardo di persone – circa una su otto – non ha accesso all’acqua potabile mentre due miliardi e mezzo di di persone non ha accesso a servizi igienici.In pratica si possono adottare molte azioni concrete per aiutare il resto del mondo ad avere acqua potabile: microcredito e donazioni, con 25 dollari si assicura acqua potabile ad una persona per tuta la vita, le forme migliori.

Questo articolo è già stato letto 2660 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi