Buona parte degli studenti di Fiemme snobba la politica

Da il 23 ottobre 2010

%name Buona parte degli studenti di Fiemme snobba la politicaCAVALESE. Freddezza, disinteresse, scarsa fiducia: ecco l’atteggiamento dei giovani fiemmesi verso la politica. Questo almeno è quanto emerge da un questionario sulle comunità di valle, sottoposto agli studenti di quinta alla Rosa Bianca di Cavalese e Predazzo dal giornalino scolastico Arcimboldo (in collaborazione con il Trentino). Tra i risultati raccolti da Giulia Zelgher, Leonardo Deville e Davide Mongiardo, con i professori Fabio Dellagiacoma e Massimiliano Mezzasalma, colpiscono le molte risposte lasciate in bianco e la certezza di almeno metà del campione di studenti: «La politica non ci interessa». (mi.za.)  In tutta la scuola sono stati distribuiti 97 questionari con 10 domande: la prima cosa che si nota è la grande percentuale di domande lasciate in bianco, addirittura 461 su 970.  La domanda che ha riscontrato meno risposte esatte, solamente 3, è stata quella che chiedeva il numero di liste presenti nella Val di Fiemme, mentre le domande che hanno riscontrato più risposte corrette sono state quella sulla data delle elezioni (solamente in 6 ragazzi su 54 nella risposta hanno sbagliato la data) e quella che chiedeva quante sono le Comunità di valle del Trentino dove in 41 su 48 hanno dato la risposta corretta. Solo 4 hanno detto che sono pari ai comprensori.  Gli studenti fiemmesi conoscono il nome dell’attuale presidente della comunità di valle, ma c’è chi pensa che ci siano più di venti candidati presidenti e non hanno le idee chiare su quanti saranno i componenti dell’ente.  Sanno bene, invece, quello che pensano della politica: la domanda con meno risposte lasciate in bianco è stata quella che chiedeva ai ragazzi se si interessano abitualmente di politica ed amministrazione locale; in 58 hanno risposto che non se ne interessano mentre in un’altra domanda in 43 hanno affermato che valutano scarso l’impegno delle amministrazioni e della politica locale per i giovani, e solamente in 7 lo ritengono positivo.  E infine le competenze del nuovo ente: secondo i ragazzi saranno: i “servizi sociali, pubblici ed economici”, “prendere il posto del comprensorio“, “diminuire l’intervento della Provincia” e i trasporti. Ma in molti, ben 62, non hanno saputo cosa rispondere. (Stefania Gramola, redazione Arcimboldo)

Il Trentino 20 ottobre 2010

Questo articolo è già stato letto 2505 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi